Nel 2022 un'esplosione fra due stelle che farà giorno

Gli scienziati ne sono certi: nel 2022 si verificherà un’esplosione fra due stelle che farà giorno

Un’esplosione gigantesca, così forte che sembrerà pieno giorno anche di notte. Questo è quello che gli scienziati hanno predetto per il 2022, data in cui ci sarà una collisione fra due stelle che genererà una deflagrazione immensa. La rivelazione è stata fatta dai ricercatori del dipartimento di Fisica e Astronomia del Calvin College, nel Michigan, che sono riusciti a predire con anni d’anticipo questo spettacolare fenomeno.

“È la prima volta che un tale fenomeno viene previsto con tanto anticipo – ha spiegato l’astrofisico Gianluca Masi che si occupa del Virtual Telescope Project -. L’esplosione nella costellazione del Cigno darà origine un vigorosissimo aumento di splendore di queste stelle, fino a 10.000 volte l’attuale e promette di diventare quando sarà al culmine della potenza, uno dei corpi stellari più luminosi del cielo, paragonabile alla stella Sirio. E noi, nel nostro emisfero, saremo in prima fila per goderci lo spettacolo”.

Le due stelle fanno parte di un sistema binario denominato KIC 9832227 e, secondo gli ultimi calcoli degli astronomi, a breve si scontreranno. Le ricerche sono iniziate nel 2013, quando gli studiosi hanno osservato come l’orbita delle stelle si stesse stringendo sempre di più, facendo avvicinare i corpi celesti. L’esplosione provocherà un’emissione di luce tale che per qualche minuto le stelle saranno l’oggetto più brillante in cielo.

La collisione, che avverrà nel 2022, causerà una fusione binaria, originando una nova rossa. Nel frattempo gli appassionati e gli studiosi di tutto il mondo si preparano ad ammirare l’esplosione. Potrà essere ammirata ad occhio nudo quando si verificherà, mentre per ora si potrà valutare l’evoluzione dei corpi celesti grazie all’attrezzatura adatta. “Potranno osservarla – ha svelato Gianluca Masi – utilizzando un telescopio con un’apertura di almeno 150 millimetri di diametro”.

Qualche tempo prima lo stesso Masi aveva annunciato la scoperta di un’esplosione spaziale 200 volte più potente della supernova. “ASASSN-15lh è la più luminosa supernova mai scoperta nella storia dell’uomo – aveva svelato lo studioso -. I meccanismi dell’esplosione restano avvolti nel mistero, considerate l’immensa quantità di energia che essa ha riversato nello spazio”.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook

vedi tutti