Sport

9 luglio 2006, 10 anni fa l'Italia era campione del Mondo

Sono passati 10 anni dalla storica finale di Berlino 2006 che ha regalato all'Italia di Marcello Lippi il suo quarto Mondiale.

Provate a chiudere gli occhi per un istante e a ripensare a dove vi trovavate e a cosa stavate facendo 10 anni fa. Le emozioni della notte di Berlino, con un brivido lungo tutta la schiena, avranno fatto comparire un sorriso sul vostro volto. Sono passati 10 anni dal rigore di Fabio Grosso, dal colpo di testa di Marco Materazzi e da quella finale contro la Francia di Zinedine Zidane che ha regalato all’Italia di Marcello Lippi il quarto titolo di campione del Mondo della propria storia. 10 anni… Eppure, il ricordo è ancora vivo.

Dalla magica notte di Berlino, in cui si è issata tra lo stupore e l’euforia generale sul tetto del mondo, la Nazionale italiana ha subito un lungo e profondo processo di trasformazione attraverso qualche alto e numerosi bassi, comprese le due tristi e dolorose eliminazioni dalle ultime due edizioni dei Mondiali, in Sud Africa nel 2010 ed in Brasile nel 2014. Diversamente è andata invece in Europa dove, dopo l’eliminazione ai quarti di finale per mano della Spagna nel 2008, l’Italia ha raggiunto la finale nel 2012 con Cesare Prandelli, subendo però un’altra pesante sconfitta ancora contro le indomabili Furie Rosse.

A riconciliare i tifosi italiani con la Nazionale ci ha pensato però l’ultima edizione degli Europei in Francia in cui la squadra allenata da Antonio Conte, nonostante un tasso tecnico probabilmente non all’altezza rispetto a quello delle altre grandi protagoniste della manifestazione, si è resa protagonista di un percorso straordinario nel corso del quale ha piegato con autorevolezza anche i campioni d’Europa in carica e si è arresa solo ai quarti di finale contro i campioni del mondo in carica della Germania ai calci di rigore.

Di quei 23 eori che 10 anni fa hanno alzato al cielo la coppa del Mondo sotto l’azzurro cielo di Berlino, solo tre hanno preso parte ad Euro 2016: Gigi Buffon, che nel frattempo ha ereditato da Fabio Cannavaro la fascia di capitano, Andrea Barzagli, diventato un pilastro della difesa della Juventus e della Nazionale, e Daniele De Rossi che nel 2006 rischiò di saltare tutto il torneo per la famosa gomitata a McBride e che quest’anno non ha potuto giocare contro la Germania per via di un infortunio.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati