94enne crea piscina per i bimbi del vicinato contro la solitudine

Fonte: Twitter

A 94 anni ha creato una piscina per i bimbi del vicinato. Lo scopo? Combattere la solitudine e ritrovare il sorriso dopo la morte della moglie. Protagonista di questa storia Keith Davison, un tranquillo signore di 94 anni che vive a Morris, paesino del Minnesota, negli Stati Uniti. Nell’aprile 2016 l’uomo ha perso sua moglie Evy a causa di un tumore al seno.

I due avrebbero dovuto festeggiare il 66esimo anniversario di matrimonio e, dopo una vita passata insieme, per Keith è stato molto difficile superare il trauma. L’anziano è caduto in depressione e ha pianto tutte le lacrime che aveva, disperato all’idea di aver perso la donna. Da quel momento per lui è stato molto difficile rimanere a casa da solo. L’assenza della moglie era troppo forte e Keith passava le giornate guardando il muro e attendendo che passassero.

“Non immaginate cosa si provi – ha raccontato il pensionato -. Si piange tanto. È normale che sia così perché lei non è qui”. Keith ha tre figli, ma nessun nipote, per questo si sentiva terribilmente solo e disperato. La situazione è cambiata quando un giorno si è trovato a parlare con un vicino, che gli ha dato lo spunto per costruire la piscina.

Keith stava confidando quanto si sentisse solo e desiderasse sentire le risate di un nipotino. A quel punto l’uomo gli ha risposto: “Dovresti adottare tutti i bambini del vicinato. Sono loro i tuoi nipoti”. Per l’anziano è stata un’illuminazione, così ha iniziato a lavorare per trasformare in realtà quell’idea un po’ bizzarra, ma semplicemente fantastica. “Sapevo che sarebbero venuti” ha svelato.

Poco dopo, spendendo 20mila dollari, ha fatto costruire nel suo giardino una gigantesca piscina. L’investimento è stato ripagato da decine di bambini che ogni giorno giocano e fanno il bagno nella piscina di Keith, spesso anche insieme alle loro famiglie.

“Ora non me ne sto più seduto guardando il muro – ha spiegato Keith – a cosa si potrebbe pensare di diverso quando si hanno decine di bambini che frequentano la tua piscina ogni pomeriggio?”.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti