Lifestyle

A chi chiedereste di prestarvi dei soldi, a un uomo o a una donna?

È preferibile chiedere soldi ad una donna o ad un uomo? Al fine di fornire una risposta, il sistema di pagamento mobile Paym ha condotto un sondaggio in UK

Fonte: flickr

Ti sentiresti più a tuo agio a chiedere dei soldi ad una donna o ad un uomo? Un sondaggio condotto in Gran Bretagna dal sistema di pagamento elettronico Paym rivela quali sono le persone che hanno maggiori probabilità di agire come fossero una banca privata, affermando che risulta molto più comune chiedere soldi ad un uomo piuttosto che ad una donna. Scopriamo così che le donne sono molto più riluttanti a concedere prestiti a soggetti esterni alla famiglia, mentre gli uomini sono più a loro agio nel fornire prestiti ai colleghi.

La ricerca ha coinvolto più di 600 persone ed ha impiegato test psicometrici atti a scoprire le reazioni psicologiche delle persone davanti al prestito di denaro. Il sondaggio è arrivato alla conclusione che gli uomini sono più a loro agio nel dare in prestito soldi a partner, amici o colleghi di lavoro, anche se conosciuti da poco tempo. Quasi due terzi (63%) degli uomini intervistati si sono detti felici di prestare denaro ad un vero amico; per quanto riguarda le donne questa percentuale scende al 52%. Una donna su 10 si sente a disagio a dare contanti al partner, rispetto al 4% degli uomini.

Questi ultimi hanno anche circa il doppio delle probabilità di sentirsi tranquilli nel dare in prestito soldi ai colleghi di lavoro: il 21% di loro si dice felice di farlo, contro l’11% delle donne. La situazione cambia quando si tratta di prestare soldi ai familiari: il 70% delle donne si dice pronto a farlo, contro il 68% degli uomini. In generale, le donne sono due volte più ansiose degli uomini: quando devono chiedere indietro i propri soldi, il 16% delle donne prova una sensazione di ansia contro l’8% degli uomini; infine, quasi una donna su quattro (24%) si sente in imbarazzo rispetto al 18% dei maschi.

Paym è un sistema di mobile payment fornito da banche attive nel Regno Unito, Bank of Scotland, Barclays, Cumberland Building Society, Danske Bank, Halifax, HSBC, Lloyds Bank TSB e Santander. Gli utenti di questo servizio, lanciato nel 2004, vengono identificati dal numero di cellulare al posto di coordinate bancarie: i pagamenti possono essere effettuati tramite mobile banking o servizio online banking e si può prestare e chiedere soldi facilmente attraverso un semplice SMS. Al momento i fruitori del sistema Paym hanno toccato quota tre milioni.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati