Sport

Accende il motorino e semina tutti: squalificato

"Doping meccanico" anche nel ciclismo amatoriale: il caso esplode al Penice.

Fonte: Getty Images

Primo possibile caso di "bicicletta motorizzata" in Italia, nel settore amatoriale. Dopo la squalifica di Franke van der Driessche il 30 gennaio scorso in una gara di ciclocross per professionisti per "doping meccanico", domenica scorsa è esploso un nuovo caso in occasione del campionato nazionale della montagna Open sui 13 km (872 metri di dislivello) da Bobbio al Passo Penice. Lo riporta la Provincia Pavese.

Il vincitore della gara amatoriale, che  ha seminato tutti sulla salita finale, sospettato dell’uso “di una bicicletta impropria” e convocato dai giudici di gara per un esame approfondito della sua bici, si sarebbe allontanato disdegnando ogni tipo di controllo tecnico. I giudici, obbligati dall'Uci ad effettuare controlli a campione sui mezzi meccanici,  sono stati così costretti ad estrometterlo dall’ordine d’arrivo in attesa di ulteriori sanzioni e squalifiche, e a privarlo della maglia tricolore in palio ed alla restituzione dei premi di classifica. 

La squalifica è arrivata dopo le testimonianze di diversi atleti e alcune sequenze fotografiche della bicicletta incriminata.

Questo il commento amaro del presidente provinciale Csain Pavia, Luigi Mantovani: "Un caso eclatante che conferma il sospetto che qualche anomalia anche nel settore amatoriale possa esistere. Da quando i giudici di gara dei nostri enti sono stati delegati dall’Uci ad intervenire in tempo reale con controlli, il fenomeno dei “bari” meccanici è diventato più reale. Il caso del Penice è emblematico: qualcuno ha notato qualcosa di sospetto in quella bici ed i giudici, all’arrivo, hanno inutilmente cercato di individuare l’eventuale presenza di un ipotetico motorino elettrico attraverso l’uso di una sonda che rivela i campi magnetici in una bici composta unicamente da alluminio e carbonio, pertanto priva di elementi metallici tali da crearedei campi magnetici".

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati