Imperdibili

Alimenti ricchi di arginina: nutrizione e proprietà dei Cibi

Gli alimenti ricchi di arginina bisogna prenderli in considerazione con lo scopo di aggiungerli alla dieta alimentare, specie se si desidera migliorare la propria forma fisica

Fonte: flickr

Una dieta composta di alimenti ricchi di arginina è utile nel momento in cui il nostro corpo non ne produce a sufficienza. L’arginina è uno degli aminoacidi sintetizzati naturalmente dal nostro corpo, e coinvolta in varie attività delle ghiandole endocrine. Il farmaco, sintetizzato in laboratorio, viene utilizzato in combinazione con altri per vari disturbi tra i quali le malattie cardiache e la demenza senile. Gli integratori di arginina sono molto richiesti dai culturisti per migliorare le loro prestazioni atletiche. Se ne fa anche un uso clinico, per accelerare la guarigione delle ferite e ridurre i tempi di recupero nei pazienti sottoposti a intervento chirurgico.

L’arginina svolge un ruolo importante nella funzione immunitaria, aumenta il numero dei globuli bianchi ed è importante nella difesa dalle infezioni. È anche coinvolta nella sintesi della creatina, nel rilascio dell’ormone della crescita e persino dell’insulina. Vari studi scientifici hanno dimostrato che l’arginina è da considerarsi un buon agente di prevenzione delle disfunzioni cardiache poiché dilata le arterie e ostacola la coagulazione del sangue. L’arginina aumenta la quantità e la mobilità degli spermatozoi. Per questo motivo risulta utile sia nei casi di impotenza sessuale maschile sia nell’infertilità femminile.

Tra gli alimenti ricchi di arginina si ricordano il merluzzo e tutti i frutti di mare, considerati anche cibi del desiderio o afrodisiaci. Mentre negli alimenti di origine animale eccellono le carni rosse ma anche la carne di pollo, latte e latticini. Nel mondo vegetale è opportuno tenere in considerazione la frutta secca, soprattutto mandorle, pistacchi, noci, nocciole e anacardi. Nel settore della frutta fresca vanno sottolineate le pesche, le banane e il cocomero. Tra le verdure invece non bisogna dimenticare la cipolla, gli asparagi, la lattuga, i cetrioli e infine i legumi secchi.

È opportuno consultare il medico prima dell’utilizzo di integratori specifici di arginina, per evitare effetti collaterali come il peggioramento delle condizioni di persone affette da ulcere o bruciore allo stomaco, e l’alterazione significativa dei livelli degli elettroliti nel corpo (cloro, sodio, potassio e fosforo). Un consumo esagerato di alimenti ricchi di arginina, può produrre alcuni effetti indesiderati e certamente spiacevoli come gonfiore e dolore addominale, indigestione, nausea, allergie, infiammazione delle vie aeree, mal di testa e un abbassamento eccessivo della pressione arteriosa.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati