Lifestyle

Ammorbidente fatto in casa, cosa serve e come prepararlo

L'ammorbidente fatto in casa è più ecologico ed economico. Vediamo come prepararlo usando dei semplici ingredienti facilmente reperibili in dispensa

Fonte: flickr

Per procedere con l’ammorbidente fatto in casa occorre procurarsi gli ingredienti facilmente reperibili. Sono necessari: 100 grammi di bicarbonato di sodio; 200 ml di acqua calda; 800 ml di aceto di mele; 20 gocce di olio essenziale del profumo che più si desidera disponibile in erboristeria; un contenitore medio di plastica. I vantaggi dell’ammorbidente fatto in casa
riguarda il lato economico e in più si salvaguarda l’ambiente. Vista la semplicità nella preparazione e l’esigua spesa da sostenere per recuperare i prodotti necessari, vale la pena provare.

Una volta che si hanno a disposizione tutti gli ingredienti si prende il contenitore di plastica, si versano: l’acqua, l’aceto di mele e per ultimo il bicarbonato di sodio. L’unione di questi elementi fa scaturire una reazione chimica provocata principalmente dal bicarbonato e dall’aceto, infatti si comincia a notare da subito una schiuma in ebollizione.

Si rimedia una bottiglia di plastica, va bene anche un flacone vuoto dove in precedenza era contenuto un altro tipo di detersivo, si versa il liquido e si aggiungono le 20 gocce di olio essenziale nella profumazione scelta. Si agita energicamente il contenuto e si conserva il flacone in un luogo lontano dalla portata dei bambini.

Prima di utilizzare l’ammorbidente, il flacone va scosso con forza per permettere all’olio essenziale di unirsi con l’aceto di mele e l’acqua. Sono necessari quattro cucchiai di prodotto per ogni lavaggio. L’ammorbidente fatto in casa va aggiunto in lavatrice all’ultimo risciacquo.

Il bicarbonato di sodio può essere sostituito con il balsamo per capelli. Così non serve aggiungere nemmeno le gocce di olio essenziale, già il balsamo conferisce una gradevole profumazione.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati