Andare troppo in bicicletta provoca problemi sessuali. Lo dice la scienza

Secondo alcuni studi andare troppo in bicicletta potrebbe provocare dei problemi sessuali

Fonte: Depositphotos.com

Andare troppo in bicicletta potrebbe provocare problemi sessuali. A dirlo è una ricerca scientifica pubblicata sul Journal of Sexual Medicine che ha dimostrato come passare troppo tempo sulle due ruote possa rendere la zona genitale molto insensibile, così tanto da provocare problemi durante i rapporti sessuali. Considerato da sempre un mezzo perfetto per rispettare l’ambiente e tenersi in forma, la bicicletta è stata posta in questo studio sotto la lente d’ingrandimento. Il problema, specificano gli studiosi, riguarda sia gli uomini e le donne, entrambi a rischio.

Per quanto riguarda gli uomini infatti il problema è causato dal fatto che l’uso della bici costringe la persona che la guida a mettere tutto il proprio peso sul perineo, provocando non solo indolenzimento e dolore, ma spesso anche problemi di erezione. Lo stesso accade alle donne, che a causa della bici rischiano di veder diminuire la sensibilità genitale.

Una ricerca del 2006 ha dimostrato come la sensibilità genitale delle cicliste diminuisca con il tempo. Lo studio è stato ripetuto nel 2012 prendendo in esame un gruppo di donne che ogni giorno percorreva almeno 10 chilometri in bicicletta. L’indagine è riuscita a individuare anche l’origine di questo problema, che risiederebbe nel rapporto fra manubrio e sellino. Più il manubrio è basso, più la pressione sui genitali è forte, così tanto da provocare insensibilità.

Il problema non riguarderebbe solamente gli sportivi, ma anche chi utilizza la bici per tenersi in forma o tutti i giorni per andare al lavoro. Una soluzione, suggeriscono gli studiosi, potrebbe essere quella di alzare il manubrio, per diminuire la pressione sui genitali, ma anche utilizzare il sellino senza naso, in modo da ridistribuire il peso a carico delle parti intime.

Storie dal web

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti