Andare troppo in bicicletta può compromettere la vita sessuale

Appassionati di bici? Attenzione! Secondo uno studio andare troppo in bicicletta può compromettere la vostra vita sessuale. Scopriamo insieme il perchè

Andare in bicicletta è ottimo per potersi allenare, ma può causare alcuni effetti collaterali indesiderati. Andare troppo in bicicletta, infatti, potrebbe comportare ripercussioni sulla vostra vita sessuale. Come?
Secondo uno studio pubblicato sul Journal of Sexual Medicine, passare troppo tempo sulla bicicletta non limita a rendere dolente la zona genitale, può effettivamente desensibilizzare tutta la zona. Per anni si è parlato dei modi in cui lo sport colpisce gli organi riproduttivi maschili.

Effetti sugli uomini

Gli uomini sulla bicicletta spingono tutto il loro peso sul perineo, la zona tra lo scroto e l’ano. Gli esperti dicono che la pressione può causare dolore o intorpidimento, ma in alcuni casi può anche influire sulla capacità dell’individuo di raggiungere l’erezione. Irwin Goldstein, direttore del San Diego Sexual Medicine, ha detto che “il primo segnale di avvertimento è l’intorpidimento e il formicolio.”

Gli atleti non sono gli unici interessati. Nel 2008, Steven Schrader, uno scienziato dell’Istituto Nazionale per la sicurezza e la salute, ha scoperto che anche gli ufficiali di polizia sono a rischio. Secondo Schrader, gli ufficiali passano circa 24 ore la settimana sulla bicicletta. Sono stati proprio gli ufficiali a riferire un livello di intorpidimento nei genitali, così come l’aumento di episodi di disfunzione erettile. Uno studio sostiene che oltre 40 mila lavoratori che girano sulla bicicletta notano queste problematiche.

Effetti sulle donne

 Nel 2006 i ricercatori hanno deciso di focalizzarsi anche sul sesso femminile e capire se anche loro potessero avere delle problematiche. Dopo varie ricerche si è scoperto che anche la donna può avere gli stessi problemi causati all’uomo.
Più basso è il manubrio e più la pressione viene spostata nella zona genitale. Alcuni esperti, come Schrader, suggeriscono ai ciclisti di utilizzare delle selle particolari, chiamate “no-nose saddle“. Questi sedili sono stati progettati per ridistribuire il peso in maniera equilibrata tra i glutei e i genitali. Ci sono altri modi per proteggervi: ad esempio, indossando pantaloncini imbottiti, regolando la postura e utilizzando abiti adatti. Alcuni ciclisti applicano una crema anti-logoramento così da evitare sfregamenti e dolore. Ricordate: è fondamentale che la vostra passione per ciclismo non comprometti la vostra vita sessuale.

TAG:

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti