Imperdibili

"Andiamo a comandare" : come nasce la hit dell'estate 2016

Andiamo a comandare di Fabio Rovazzi è il nuovo tormentone estivo che spopola già su tutte le radio. Il giovane milanese racconta la sua esperienza

Fonte: flickr

Andiamo a comandare è il nuovo tormentone estivo cantato da Fabio Rovazzi, un giovane youtuber ventiduenne milanese. Il singolo spopola in radio e sul web tanto che, nel giro di pochissimo tempo, il video caricato su YouTube raggiunge e supera le trenta milioni di visualizzazioni. Rovazzi, ascoltato in alcune recenti interviste, appare stupito e colto alla sprovvista, totalmente sbalordito del successo da lui stesso riscosso. La hit entra ufficialmente a far parte del panorama musicale italiano nei primi mesi del 2016, ma il boom lo ottiene solamente piuttosto di recente.

A inizio maggio infatti, Andiamo a comandare è già sulle bocche di tutti e le varie stazioni radio la eleggono ufficialmente come il nuovo tormentone dell’estate. Fabio Rovazzi proviene da un liceo artistico, è un videomaker autodidatta e adora disegnare e creare video amatoriali. E’ proprio grazie a questa sua passione che entra in contatto con Merk e Kremont, i due che lo aiuteranno a produrre il video virale del singolo. Il giovane ammette senza alcuna remora di non sentirsi un vero e proprio cantante ne tanto meno un musicista e sostiene che le sue canzoni potrebbe scriverle chiunque.

Forse è proprio questo ad averlo portato all’apice del successo, la genuinità e la poca presunzione che da sempre contraddistinguono il cantautore milanese. Ma com’è nato il famoso balletto che ha già contagiato tutti? Rovazzi racconta che la danza è venuta al mondo con l’intento di riempire il vuoto che si andava a creare durante la parte strumentale della canzone. E’ un ballo irrisorio che Rovazzi era solito fare con gli amici per divertirsi durante le loro serate.

Le pagine social del cantante sono molto seguite e, purtroppo, anche altrettanto prese di mira da numerosi haters che lo criticano affermando che lui, insieme a Fedez, abbiano contribuito a demolire la già mal messa musica italiana. Per fortuna però, in mezzo ai tanti insulti, ci sono anche i commenti dei numerosissimi fan che dimostrano il loro sostegno da ogni angolo del mondo. Fabio Rovazzi è astemio, non fuma, non si droga e pare veramente essere un ragazzo d’altri tempi. Il ventiduenne conclude dicendo che, con la sua canzone, intendeva solamente dar vita ad una parodia dei rapper italiani moderni.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati