Viaggi

Andorra: alla scoperta della "Capitale dei Pirenei"

Andorra offre a chi la visita panorami mozzafiato e monumenti dal fascino senza tempo. Ecco tutto quello che c'è da sapere prima di visitarla

Fonte: youtube

Andorra “la Vella”, ovvero la Vecchia, è la ridente capitale del Principato di Andorra. Si trova nel cuore dei Pirenei orientali, tra Francia e Spagna, laddove confluiscono la Gran Valira, la Valira del Oriente e la Valira del Norte. In molti non sanno che Andorra è situata a più di 1.000 metri di altitudine, il che fa di questa città la capitale più alta d’Europa.

Chiamata “la Capitale dei Pirenei” per la sua posizione privilegiata al centro del massiccio, per questo è anche poco difficile da raggiungere. Non possedendo né un aeroporto né una stazione ferroviaria, ci si deve per forza di cose recare in volo fino a Perpignan o Lleida, a circa 160 km o ancora a Tolosa oppure a Barcellona. Si può poi noleggiare un’auto e partire alla scoperta delle bellezze di Andorra in tutta autonomia.

Oltre ad essere un risaputo paradiso fiscale, ad Andorra il turismo è molto sviluppato. Ma quali sono i monumenti da non perdere ad Andorra?

Sant Esteve

Partiamo dalla chiesa di Sant Esteve, un esempio di architettura romanica del XII secolo. Si tratta di uno dei pochi simboli di Andorra, ma nonostante questo è meta di pellegrinaggio e visite molto intense. Facile da raggiungere, la chiesa di Sant Esteve è infatti situata a pochi passi dal municipio e alla casa de la Vall.

Si tratta dell’edificio più antico di Andorra, molto caratteristico e dall’ottimo stato di conservazione. Essendo molto centrale, si può prendere tranquillamente come punto di partenza per scoprire i dintorni.

Sant Joan de Caselles

Altra chiesa caratteristica è quella di Sant Joan de Caselles. Si tratta di una delle tante chiese disseminate sul territorio di Andorra, dall’aspetto tipico e composto. Come le sue sorelle, non è magnifica ed imponente, ma semplice e piccolina, dove si respira un’aria intima e raccolta che tocca davvero il cuore. Anch’essa è molto antica, combinabile con un itinerario simpatico che tocca anche il museo della motocicletta, poco lontano.

Sant Miquel

Una terza chiesa davvero degna di nota è quella di Sant Miquel, a Engolasters. Se si sta visitando Andorra o si prevede un soggiorno nel piccolo Principato, è assolutamente d’obbligo fermarsi qui. Oltre alla bellissima chiesetta romanica, adorabile e senza dubbio d’impatto per la sua atmosfera famigliare e raccolta, è un peccato non fermarsi al belvedere. Da qui, infatti, si apre uno scenario meraviglioso, fatto di verde a perdita d’occhio, montagne e colline: un panorama davvero mozzafiato!

Lago Engolasters

Infine citiamo il lago Engolasters. Non è facile da raggiungere, è vero, ma la visita vale il viaggio. Si arriva in auto, guidando fino a 1.400 metri sul livello del mare, a circa 7 km da Andorra la Vella. Il bello è che i parcheggi in loco sono gratuiti e vi sono anche diversi ristoranti in cui fermarsi per rilassarsi.
Da qui si parte per un percorso di trekking facile intorno al lago, ottimo sia per grandi che per piccini. Consigliata la stagione estiva per andarci, dal momento che il verde brillante dei dintorni nei mesi caldi da davvero il meglio di sé.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati