Imperdibili

Animali Fantastici: ecco i nomi delle 4 case di Hogwarts

Animali fantastici uscirà nelle sale italiane il prossimo 17 Novembre. Per ora rivelati solo i nomi delle 4 casate della scuola di magia

Fonte: flickr

L’attesa sta per terminare: Animali fantastici e dove trovarli, film tratto dall’omonimo libro della scrittrice britannica J.K. Rowling, uscirà nelle sale italiane il 17 Novembre 2016.
I milioni di fan del mago Harry Potter potranno, quindi, continuare a seguire le avventure dei maghi più famosi del mondo in quanto questo sarà solo uno dei tre libri e relativi film che usciranno come spin off della serie cinematografica ambientata ad Hogwarts.

Il nuovo film, però, avrà un tema diverso: tratterà della storia del magizoologo Newt Scamandro e della sua misteriosa valigia che, nonostante le piccole dimensioni, contiene al suo interno migliaia di creature magiche pericolose.
La scrittrice J.K. Rowling ha cercato finora di mantenere il massimo riserbo riguardo al nome delle nuove casate della scuola di magia americana di Ilvermorny, ma esse sono state svelate da un fan che è riuscito a scoprirle analizzando il codice HTML di Pottermore.
I nomi delle quattro nuove casate sono: Horned Serpent, Wampus, Thunderbird e Pukwudgie.

Sicuramente alcuni appassionati della saga avranno già pensato a lungo sul significato dei nomi delle nuove casate. Si tratta, comunque, di animali già presenti nelle storie di folklore americano. Ecco da dove derivano i loro nomi:
L’ Horned Serpent o Serpente Cornuto, per alcuni anche chiamato Unktehila è un rettile, venutosi a creare prima della comparsa dell’uomo sulla terra, dalle enormi dimensioni, dotato di grandi corna e una pelle coriacea. La sua storia è descritta in vari racconti mitologici delle culture Native Americane.
Il Wampu, invece, è un animale che non ha una specifica definizione. Dovrebbe essere un incrocio, dalle relativamente grandi dimensioni, fra un gatto e un puma.

Il Thunderbird o Uccello del Tuono è la figura tipica alla quale si ispira il classico totem indiano, motivo per cui anche la sua storia è raccontata in alcune leggende mitologiche delle culture Native. Assomiglierebbe ad un grande uccello con una enorme capacità di apertura alare.
Il Pukwudgie, a differenza, è un animale dalle sembianze non specifiche con tratti umanoidi. Su Pottermore, invece, viene descritto come un piccolo troll in grado di esser invisibile e indurre al suicidio le persone.

Insomma, le indicazioni trapelate non sono molte e la scrittrice, ideatrice di Harry Potter, ancora non si è espressa a riguardo.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati