Lifestyle

Anna Nicole Smith: vita e carriera di una diva

Uno sguardo alla carriera e alla burrascosa vita della diva: tra matrimoni, figli, aule di tribunale e la tragica morte prematura

Fonte: getty images

Anna Nicole Smith: una bionda esplosiva che si impose sulle scene come la nuova Marilyn Monroe degli anni ’90, divenuta popolare per essersi aggiudicata il titolo di Playmate nel 1993 e poiché divenne anche volto di un noto marchio di moda, Guess by Marciano. Una vita vissuta troppo in fretta all’insegna di una popolarità a prova di tribunali e tabloid che probabilmente hanno segnato in modo spesso negativo la sua carriera.

Lo stile di vita privo di freni e regole l’ha portata a spegnersi improvvisamente all’età di soli 40 anni. Vickie Lynn Hogan, è questo il suo vero nome, sin da piccolissima si trasferì insieme ai genitori da Houston a Mexia, a sud di Dallas, ma presto il padre lasciò la famiglia e lei rimase insieme alla madre e alla zia. Da sempre sogna di diventare una diva, proprio come Marilyn.

La vita

Ancora adolescente, lavora in un ristorante, dove incontra Billy Smith, un cuoco un anno più giovane di lei che ha 17 anni, lui 16. I due si sposano nel 1985 e l’anno seguente nasce il loro figlio Daniel Wayne Smith.

Un anno più tardi, però, i due divorziano e Vickie, a soli vent’anni, è già una mamma single, costretta a prendersi cura da sola del suo bambino. Inizia a lavorare come ballerina in una discoteca di Houston, assumendo vari nomi d’arte. Arrivano poi gli ingaggi come modella e il primo servizio fotografico, all’età di 24 anni, per la rivista Playboy. Quella copertina incuriosisce il proprietario della linea Guess che la vorrà come sua modella di jeans.

Grazie ai suoi capelli biondi e alla bellezza prorompente, la stampa la consacra come la nuova Marylin Monroe. Nel 1993 è la Playmate dell’anno e il suo nome d’arte diverrà Anna Nicole Smith. Nello stesso anno appare in un video per Bryan Ferry, della canzone Will You Love Me Tomorrow.

Film

Giunge il momento del cinema, con un piccolo ruolo in un film dei fratelli CoenThe Hudsucker Proxy. Seguirà un ruolo più importante nella pellicola Una pallottola spuntata 33 1/3 interpretata da Leslie Nielsen e nell’action thriller To the Limit, del 1995.
Nel 1994 arriva il matrimonio con il magnate del petrolio, J. Howard Marshall II, 63 anni più grande di lei, lui ne ha 89 anni, lei 26. L’uomo morirà nell’agosto 1995 lasciandole una cospicua eredità. Cominceranno per l’attrice lunghe dispute in tribunale per le contese dei familiari.

Tra il ’97 e il 2000 sarà nel cast di alcune serie tv come Sin City Spectacular, Ally McBeal e NYUK. Nel 2005 è nel film Be Cool, insieme a John Travolta e Uma Thurman. L’anno successivo recita nella commedia Clandestini.

Com’è morta

Il 7 settembre 2006, alle Bahamas, darà alla luce una bambina, Dannielynn, la cui paternità sarà attribuita al fotoreporter Larry Birkhead. Per un tragico scherzo del destino, il 10 settembre di quello stesso anno, il primo figlio ventenne Daniel muore improvvisamente mentre stava andando a farle visita in ospedale.

Dopo cinque mesi da quella tragedia, Anna Nicole Smith, l’8 febbraio 2007, verrà ritrovata priva di sensi in una camera d’albergo vicino a Miami. Più tardi si scoprirà che a causarle la morte fu un’overdose accidentale di farmaci antidepressivi.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati