Sport

Antidoping a sorpresa per Lorenzo

Irruzione degli ispettori della Wada nell'appartamento del campione del mondo di MotoGp.

Visita a sorpresa per Jorge Lorenzo nel suo appartamento a  Paradiso, nel Canton Ticino.

Il centauro della Yamaha, campione del mondo in carica della MotoGp, ha dovuto sostenere un controllo antidoping nella sua casa in Svizzera.

A raccontarlo, con tanto di scatto sui social network, lo stesso motociclista, divertito: “Test anti-doping a sorpresa mentre mi stavo allenando questa mattina a Lugano!”, le parole del pilota maiorchino compagno di Valentino Rossi, sorridente nonostante la visita “sgradita”.

I piloti del circus sono soggetti come gli atleti degli altri sport al Codice Mondiale Antidoping (Wada), e devono sempre essere reperibili dagli ufficiali dell’Agenzia per eventuali test a sorpresa che possono essere effettuati in qualsiasi momento e a qualsiasi ora del giorno: in caso contrario sono possibili sanzioni o addirittura l’esclusione dalle gare.

A chiudere il post, un segno di spunta, come dire “Fatta anche questa”: il fuoriclasse spagnolo sembra averla presa bene, tanto da scherzarci su.

Lorenzo nel prossimo weekend tornerà a lottare con il Dottore e Marc Marquez per il Motomondiale ad Assen, in Olanda: il centauro della Honda guida la classifica generale, con dieci punti di vantaggio su Lorenzo e 22 su Rossi.

Il maiorchino ha vinto tre delle prime sette gare del 2016, in Qatar, in Francia e in Italia, al Mugello. Due i ritiri in Argentina e in Catalogna, entrambi per cadute.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati