Tech

Apple o Google, quale smart tv scegliere?

Con l'avvento delle Smart TV quando andiamo a scegliere una nuova televisione lo facciamo in base a quello che ci può offrire con il suo sistema operativo. In questa guida cercheremo di guidarvi nell'acquisto

Fonte: flickr

Negli ultimi anni sono usciti sul mercato molti modelli di Smart TV, ma il trono se lo contendono Apple e Google con i loro due rispettivi prodotti Apple TV ed Google TV.
Entrambe le televisioni hanno numerose ed utili applicazioni per il consumatore e quindi per poter scegliere in modo accurato, abbiamo bisogno di analizzare queste due piattaforme al microscopio, facendo particolare attenzione ai tipi di servizi che offrono e che in futuro offriranno. Iniziamo, quindi, con la Apple TV.

La Apple TV è nata intorno al 2007, quando Apple voleva offrire la possibilità di condividere il contenuto della propria libreria iTunes con la televisione. Da allora Apple ha eseguito moltissime revisioni sulla propria Smart TV ed ha cambiato profondamente la struttura del sistema operativo, inserendo un servizio di streaming real-time dal device direttamente sulla vostra televisione.

La mela multimiliardaria ha inoltre integrato le apps dei principali servizi di streaming, tra cui Netflix, Sky Sports, Sky News e YouTube. A differenza degli altri dispositivi non è presente un App Store e di conseguenza non è possibile scaricare o installare alcuna applicazione. Per navigare sul sistema operativo, la Apple TV dispone di un telecomando ed evita di far inserire all’utente testi fin dove è possibile.

La Google TV è nata, invece, nel 2010 e nel 2014 Google ha sviluppato il sistema operativo Android L, producendo con la Sony la prima Android TV. La Google TV nasce con l’intento da parte di mamma Google di scavalcare la Apple TV, migliorando la televisione con funzionalità come YouTube ed il poter navigare on-line. Google ha inoltre sviluppato un dispositivo, collegabile tramite porta HDMI, che ha le stesse caratteristiche di AirPlay, chiamato Chromecast.

La caratteristica mancante di Apple TV la possiede invece Android TV, ovvero la possibilità di sviluppare app e scaricarle sulla propria televisione.
Così come per la Apple TV, anche la Android TV offre la possibilità di navigare sulla schermata grazie ad un piccolo telecomando e grazie al comando vocale Google evita di far inserire all’utente i testi che sicuramente risulterebbero scomodi da scrivere con il controller.
La caratteristica finale per poter scegliere la propria Smart TV, e di sicuro la più importante, è il tipo di dispositivi che avete a casa.
Per sfruttare al meglio la compatibilità fra la televisione ed i vostri dispositivi, è di sicuro importante utilizzarne due di cui sia ottimizzata la comunicazione.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati