Imperdibili

Arma Letale diventa una serie tv da prima serata

Il film Arma Letale dopo il successo al cinema, torna in autunno con una serie tv a puntate, Mel Gibson sarà sostituito da Clayne Crawford

E’ il 1987 quando Arma Letale esce nelle sale americane. Un giovane Mel Gibson diretto da Richard Donner interpreta Martin Riggs nel primo episodio della saga di film d’azione. Affianco a Gibson c’è Danny Glover nella parte di Roger Murtaugh. Dopo trent’anni torna Arma Letale la serie tv con nuovi attori. Mel Gibson è interpretato da Clayne Crawford mentre il suo partner è Damon Wayans. La televisione degli anni ottanta è stata caratterizzata dalla presenza di programmi come Hazzard, Star Trek, Fame, The A-Team.

Ora tocca ad Arma Letale dal grande schermo passare al piccolo schermo e la ITV ne ha acquistato i diritti per poter realizzare il progetto. Dal prossimo autunno rivedremo l’esilerante coppia di poliziotti di Los Angeles alle prese con scene d’azione, humor e sentimento. Il primo trailer di Arma Letale serie tv è stato trasmesso su Fox svelando le prime scene. Martin Riggs dopo la morte della moglie è un uomo devastato. Per iniziare una nuova vita, lascia la California per trasferirsi a Los Angeles e lavorare come detective nel dipartimento di polizia.

Per frenare il suo impeto ribelle, (di chi ce l’ha con tutto il mondo intero), viene affiancato da Roger Murtaugh, un agente ritornato in servizio dopo una malattia. Il comportamento irresponsabile di Riggs si scontra da subito con la personalità pacata di Murtaugh. Se da una parte uno non rispetta i protocolli e agisce d’istinto finendo spesso nei guai, dall’altra c’è chi è più prudente e non rischia più del dovuto. Due personalità così diverse prima o poi sono destinate a scontrarsi, alcune vicende per i protagonisti si rivelano letali per entrambi.

Il primo caso che li vede l’uno a fianco dell’altro è un inseguimento ad alta velocità con annesso scontro a fuoco con alcuni esponenti facente parte del cartello della droga. Al termine dell’indagine Riggs e Murtaugh fanno il punto della situazione e si rendono conto, loro malgrado, che dopotutto insieme non stanno così male. Per Murtaugh la collaborazione potrebbe anche funzionare, per Riggs la vicinanza del suo collega gli dà un motivo in più per vivere. Dopo la perdita della moglie e un senso di abbandono finalmente ha trovato un amico.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati