Arrivano le vacanze, chi si staccherà davvero dal mondo digitale?

Staccare la spina dal mondo digitale: quando si è in vacanza bisognerebbe lasciare a casa i propri smartphone per evitare di controllare ogni minuto i vari social

Fonte: flickr

Vacanze senza digitale: al contrario di quello che si possa pensare, da un recente studio è emerso che sono i più giovani ad essere propensi a lasciare a casa lo smartphone durante le vacanze estive. Secondo lo studio condotto da Intel, il 49% dei giovanissimi ha dichiarato di volersi prendere una vacanza dal mondo digitale , mentre per gli intervistati appartenenti alla fascia di età 40-50, la percentuale è scesa al 37%. Inoltre, secondo il 65% degli intervistati essere completamente scollegati dal mondo digitale vuol dire non utilizzare internet, mentre per il restante 35% vuol dire non effettuare neanche le telefonate.

La maggior parte delle persone che hanno preso parte al sondaggio ha dichiarato di essersi goduta a pieno la vacanza dal momento in cui ha spento gli smartphone. Inoltre, il 70% di essi si è sentito più rilassato ed è stato in grado di relazionarsi al meglio con l’ambiente circostante. Nell’ambito lavorativo, risulta invece più difficile riuscire a staccare del tutto la spina; infatti, negli Stati Uniti è emerso che il 68% degli intervistati continua a controllare la casella di posta elettronica almeno una volta al giorno, anche durante le vacanze.

Secondo la ricerca pare che durante le vacanze, i criminali informatici hanno più possibilità di accedere ai dati sensibili degli utenti; i vari hacker possono accedere facilmente ai nostri dati di accesso tramite social, smartphone, computer e dispositivi wearable non protetti. In merito alla sicurezza dei dati sensibili, gli esperti informatici hanno fornito alcuni consigli per evitare di essere vittime degli hacker e dei malintenzionati. Prima di tutto occorre fare molta attenzione ai social network; la maggior parte di noi tende a pubblicare non solo tutto ciò che fa durante la vacanza, ma anche i vari spostamenti, registrandosi in diversi luoghi grazie all’utilizzo delle applicazioni dedicate.

Questa serie di informazioni per i malintenzionati risulta particolarmente allettante, in quanto riescono a sapere quando troveranno una casa vuota per interi giorni. Occorre prestare molta attenzione anche alle connessioni WiFi e Bluetooth; il collegamento a dispositivi non protetti, può rivelarsi una porta d’accesso per i nostri dati più sensibili. Infine, è consiglibile monitorare spesso i propri account bancari e attivare delle notifiche in tempo reale sul nostro smartphone, che ci avvisano in caso di movimenti bancari.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti