0, 0, 0, 0, 1, 0, 0 trend

Auguri di buon compleanno a Papa Francesco per i suoi prossimi 80 anni

Papa Bergoglio compie 80 anni e si appresta a essere festeggiato dai fedeli: innovatore o bluff? Ecco alcune valutazioni circa il suo pontificato

Fonte: Instagram

Papa Francesco ha rivoluzionato il modo della Chiesa di porsi nei confronti dei fedeli e non: molte sono le sue aperture su argomenti scottanti, come per esempio quella sul mondo gay, fino a poco fa completamente bistrattato dalla comunità cattolica. Ha sensibilizzato i credenti e avvicinato molti scettici donando più credibilità a un’istituzione spesso e volentieri sotto la lente d’ingrandimento. Papa Bergoglio, che si prepara a festeggiare sabato 17 dicembre il suo ottantesimo compleanno, sta ricevendo attestati di stima e molti auguri anticipati. Vediamo come, analizzando anche alcune delle tappe di questo pontificato.

Il rinnovamento coraggioso di Papa Francesco

Il Magazine diretto da Aldo Vitali, “Il mio Papa” è uscito in edicola ripercorrendo il cammino del celebre pontefice: un numero speciale che parte dagli anni in Argentina e mette in risalto curiosità poco conosciute su di lui. Altri però, ostili al pontificato in itinere, pensano che la guida di Papa Bergoglio sia giunta al termine e che preveda di qui a poco delle dimissioni. Quale la giusta via di mezzo?

Marco Politi, vaticanista da quasi mezzo secolo, ha dedicato un saggio a Papa Francesco dall’eloquente titolo “Francesco tra i lupi” e conosce profondamente la sua opera: “Francesco agisce molto attraverso i segni, laddove giuridicamente è bloccato. Nel Sinodo non si è riconosciuto un valore positivo dei rapporti omosessuali: nel documento finale si parla molto di “attenzione” ma è cancellato ogni riferimento alla positività dei loro rapporti. Però negli Stati Uniti ha ricevuto un suo ex alunno gesuita con il compagno, e in Vaticano, a gennaio 2015, un trans spagnolo con la sua  fidanzata. Sono gesti chiarissimi”.

Non tutto è rose e fiori: le critiche

Non tutto appare chiaro sulle faccende che riguardano la Chiesa, tutt’oggi; di questo avviso il giornalista Gianluigi Nuzzi, autore di un’inchiesta sul Vaticano, “Via Crucis (Chiarelettere)“. Secondo lui la rivoluzione apportata dal pontefice è solo a livello di simboli e non di “trasparenza. L’opacità massima, lo denuncio nei miei libri, è circa la destinazione delle offerte dei fedeli, la loro entità, l’uso che ne viene fatto.”

“Un esempio: l’Obolo di San Pietro, – continua Nuzzi – cioè l’aiuto economico che i fedeli offrirono direttamente al Papa per le sue opere di aiuto ai poveri. Nel mio libro dimostravo come nella sua disponibilità effettiva, alla fine, ne andasse solo il venti per cento; il resto serviva a ripianare buchi di altre spese del Vaticano”. Stessa cosa viene ribadita per i casi di pedofilia per cui “il Papa è intervenuto criticando i vescovi che trasferiscono i preti pericolosi, ma manca ancora trasparenza. Dei processi dei tribunali ecclesiastici non si sa nulla, azioni disciplinari, sanzioni, sentenze”. Elogi e venti contrari: di sicuro la figura di Begoglio non passa inosservata.

Storie dal web

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti