Tech

Avete già parlato con un chatbot? Presto lo farete senza saperlo

Parlare con un chatbot non è più fantascienza. Google, Facebook e Telegram hanno iniziato a investire molte risorse in questo nuovo servizio

Fonte: flickr

Parlare con un chatbot non è più così complicato, anzi è semplicissimo e probabilmente potrebbe esservi capitato senza neanche accorgervene. Ad esempio, esiste un’applicazione poco conosciuta, chiamata Mezi, che aiuta le persone ad effettuare gli acquisti ottimizzando le ricerche. Proprio come un vero assistente. La logica con la quale funziona è davvero incredibile: apparentemente potrebbe sembrare una conversazione con un essere umano eppure altro non è che un robot a porvi alcune domande e darvi le adeguate risposte in tempi estremamente naturali. Anzi, a volte anche meglio.

Infatti, se per cercare la migliore offerta di un volo in classe economica ci potreste impiegare in media venti minuti, grazie a un bot si potranno comparare moltissime offerte in meno di un minuto. Per questo motivo parlare con un chatbot potrebbe diventare un fenomeno assolutamente naturale. Un’azione quotidiana, di routine, per svolgere qualsiasi mansione. Immaginate, infatti, di voler acquistare l’ultimo romanzo del vostro scrittore preferito ma non sapete dove trovarlo. Nessun problema, grazie a questi assistenti virtuali sarà possibile in pochi minuti.

Quindi, se parlare con un chatbot sarà un gesto quotidiano in un futuro molto prossimo, è bene sapere che questi robot svolgono moltissime funzionalità. I più famosi del settore vengono utilizzati nel mondo della messaggistica, come ad esempio il bot di Telegram, grazie al quale è possibile avere conoscenza in poco tempo di tutti i dati relativi al meteo. Anche in questo caso il servizio funziona attraverso una chat. Tra l’altro anche Google, già leader nei servizi di ricerca e raccolta dei big data, ha annunciato che avvierà un servizio di bot.
Questa notizia potrebbe segnare un cambiamento epocale.

Infatti, le potenzialità in grado di offrire una tecnologia intelligente come i bot sono molte e i risultati che potrebbe ottenere il più grande sistema di ricerca al mondo da questo servizio potrebbero essere considerevoli. Anche Facebook non è rimasta a guardare. Ha, infatti, iniziato ad investire un elevato numero di sviluppatori per riuscire a realizzare bot sempre più funzionali, in quanto, soprattutto in questo settore, la qualità dei dati ottenuti fa la differenza. Infine, gli esperti affermano che tutte le app spariranno, quindi, non ci resta che aspettare, consapevoli che parlare con un chatbot non è più fantascienza.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati