Lifestyle

Baci sulle pelate e parole proibite, tutte le superstizioni dei VIP

Le superstizioni vip sono molte. Atleti, cantanti, attori, politici, tutti si fanno trasportare dalle credenze e si affidano spesso alla fortuna. Scopriamo insieme quali sono quelle più divertenti

Fonte: flickr

Tra le superstizioni vip più strane che possiamo ricordare, ci sono quelle degli sportivi. Una davvero bizzarra ad esempio è quella del bacio sulla pelata di Fabien Barthez da parte di Laurent Blanc nei mondiali del 1988, questo accadeva prima di ogni partita, per scaramanzia.
Il judoka Teddy Riner ammise che il suo portafortuna era la sua prima cintura e che la metteva sempre quando era in gara. Ma tra gli atleti, forse i peggiori sono i marinai. Questi infatti quando sono in gara, non pronunciano la parola “coniglio” sulla barca e non entrano in acqua di venerdì.

Tra le superstizioni vip, non mancano all’appello quelle degli attori. Ad esempio a teatro il colore viola è da evitare, invece in Francia sul palco non ci si veste di verde. E se un copione cade accidentalmente a terra è brutto auspicio. Se capita casualmente, bisogna batterlo per per tre volte sul palco. Toccare il legno è considerato portafortuna. Cameron Diaz ad esempio, ammette che lo tocca costantemente e Benicio del Toro porta un anello di legno, in modo da poterlo toccare quando è necessario. Megan Fox invece ascolta sempre Britney Spears quando è in volo perché è convinta che non morirà mai ascoltando i suoi brani.

Anche i cantanti hanno molte superstizioni: Chris Martin, frontman dei Coldplay, non può andare in scena senza fare una ventina di riti portafortuna tra cui quello di lavarsi i denti. Lo stesso vale per Mika, che conta i passi e se il numero non è dispari si sente a disagio.
Luciano Pavarotti è conosciuto per il suo gesto di cantare con un chiodo piegato in tasca. Axl Rose dei Guns N’Roses, si rifiuta di cantare in città che iniziano con M perché pensa che siano maledette. Per quanto riguarda Lady Gaga, rifiuta di avere rapporti sessuali prima di un concerto perché teme che questo atto le possa rubare la creatività.

All’appello non mancano i politici: Le figaro nel 2009, ha rivelato che Xavière Tiberi, durante le elezioni gettava del sale grosso nei portoni dei suoi avversari. Il presidente Nicolas Sarkozy conserva un grande quadrifoglio nei suoi appunti. Tra le curiosità, possiamo segnalare come Francois Hollande sia il personaggio più sfortunato. L’11 gennaio 2015, durante una manifestazione, gli cadde un escremento di piccione sulla spalla. Dopodiché, nella stessa giornata ci fu una tromba d’acqua.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati