Il bambino con la sindrome di Asperger che ha corretto un museo

Il piccolo Charlie, affetto dalla sindrome di Asperger, durante una visita al Museo di Storia Naturale di Londra, ha trovato un errore in un pannello

Fonte: twitter

Charlie, dell’età di 10 anni, è un bambino inglese dello Essex, affetto dalla sindrome di Asperger. Protagonista di una visita con la famiglia al prestigioso Museo di Storia Naturale di Londra, il giovane studente si è immediatamente accorto che su un pannello l’etichetta di Oviraptor indicava erroneamente un’altra specie estinta di dinosauro: il Protoceratops.

Mentre passeggiava nel tempio vittoriano della paleontologia,  insieme ai genitori e al fratellino Ronnie, il piccolo Charlie si è accorto che la silhouette rappresentata sotto l’etichetta di un pannello era sbagliata: si trattava infatti di tutt’altra specie di dinosauro, un Protoceratops. Il ragazzo ha deciso immediatamente di segnalare l’errore, nonostante lo scetticismo iniziale della mamma e del papà. L’osservazione del bambino ha mobilitato il team responsabile delle esposizioni e il paleontologo di fama internazionale, il professor Paul Barrett, ha ammesso che non fosse un Oviraptor il dinosauro sul pannello perciò la dicitura è stata corretta, esattamente come sottolineato da Charlie. Un portavoce del Museo ha poi spiegato che la galleria dei dinosauri è stata rinnovata varie volte e che lo sbaglio sia stato frutto di una distrazione.

Charlie, che vive con la famiglia a Canvey Island nello Essex, è stato citato per la sua intelligenza e attenzione ai dettagli anche da un microfono della BBC. Alla tv, la mamma ha spiegato che lui “ha amato la paleontologia sin da piccolissimo e cominciò a leggere enciclopedie quando aveva circa tre anni. Charlie inoltre soffre della Sindrome di Asperger e per questo, se gli piace qualche argomento, cercherà di saperne tutto quanto è possibile”.

Una storia molto bella e intensa che parla di curiosità, dedizione e grande sensibilità: la sera della visita, mentre gli altri bambini preferivano partecipare a una ‘caccia ai dinosauri’ tra le gallerie del Museo, Charlie si è dedicato con attenzione alla lettura di ogni pannello, desideroso di apprendere sempre di più sul mondo dei dinosauri. E grazie alla sua passione ha scoperto quello che nessuno fino a quel momento aveva mai notato: il Museo di Storia Naturale di Londra ha immediatamente seguito la sua indicazione, ringraziandolo pubblicamente per la sua accortezza e per il suo amore verso tutto ciò che riguarda la storia dei dinosauri.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti