Imperdibili

Benefici del giardino zen: filosofia orientale a disposizione

il giardino zen è in grado di trasmettere numerosi benefici a chi lo cura. Dedicandosi alla coltivazione di questo giardino, ci si dedica alla cura dell’anima.

Fonte: Pixabay

Chi segue la filosofia orientale sa bene che il principio di non dualità si ritrova in ogni aspetto della vita quotidiana. Per questo motivo, i cultori della filosofia zen, ritengono che la creazione, e la dedizione, di un giardino zen abbia numerosi benefici sulla salute, ma soprattutto sulla psiche umana.

La visione occidentale si distacca completamente dalla visione orientale nel percepire l’essenza del giardino. Se per noi, nati in occidente, la cura di uno spazio verde può rappresentare un semplice passatempo, per la cultura orientale sta a significare la cura dell’anima, dell’essenza di noi stessi. Il giardino zen è, infatti, il luogo della meditazione, della scoperta di se stessi.

La meditazione del paesaggio zen

Accudire un giardino zen è come accudire la propria salute, coccolarsi. Sposare la filosofia zen non può far altro che creare benefici alla salute umana. Apparentemente, per chi non la conosce, la cura di questo giardino spirituale potrà apparire noiosa o monotona ma, secondo gli esperti, lo studio degli elementi essenziali del paesaggio zen aiuta l’individuo ad entrare in contatto con il suo io più profondo, quello più nascosto dalla superficie. E’ in grado di donare calma, di ripristinare la concentrazione perduta e riordinare la pace che alberga in noi.

Il rituale zen è dominato dall’elemento del silenzio, della non parola, che invoglia alla meditazione e alla contemplazione, cosicché il benessere possa farsi strada nell’animo umano. La visione orientale presenta anche la mediazione degli elementi naturali, gli stessi elementi che formano il giardino spirituale. Questi elementi sono tanti quanti quelli della psiche umana.

Gli elementi dello zen

Gli elementi presenti all’interno del giardino zen, la cui mediazione comporta numerosi benefici, sono l’acqua, il cui suono è sintomo di armonia, le pietre, che rappresentano l’elemento secco del giardino, e le piante, l’elemento verde. Questi creano un ambiente armonico in grado di integrarsi alla perfezione con il paesaggio zen che li circonda.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati