Imperdibili

Bevi caffé? La foresta tropicale scompare per colpa tua

Non tutta la coltivazione del caffè è responsabile del taglio della foresta tropicale. L'imputato è il caffè coltivato al sole, che richiede ampie zone di luce

Fonte: flickr

Che impatto ha l’abitudine di bere caffè sulla distruzione della foresta tropicale? Per rispondere a questa domanda, è necessario sapere che tipo di caffè si sta bevendo. Il caffè coltivato al sole, ad esempio, cresce più velocemente ed offre un rendimento superiore rispetto a quello coltivato all’ombra. Purtroppo il caffè coltivato al sole ha bisogno di essere esposto interamente alla luce solare. Ciò provoca la necessità di disboscare grandi aree di foresta tropicale. La coltivazione del caffè all’ombra, invece, non rende necessario il disboscamento. Questa tipologia di caffè, infatti, cresce all’interno della foresta tropicale, sotto l’ombra degli alberi.

La maggior parte delle persone beve molto caffè coltivato al sole in modo inconsapevole, contribuendo in questo modo alla distruzione della foresta tropicale. Ogni tazza di caffè distrugge in media circa 3 centimetri quadri di foresta tropicale. Se si ragiona in termini individuali, questa cifra può sembrare esigua. Tre centimetri quadri, infatti, non sono sufficienti per distruggere la vita di un albero o di una specie animale. Questo ragionamento potrebbe portare alla deresponsabilizzazione dell’individuo. La tazzina di caffè del singolo, infatti, non è in grado di distruggere alberi o una foresta tropicale.

In realtà, bisogna pensare che il caffè che consumiamo individualmente è solo una parte delle migliaia di tazzine di caffè responsabili del taglio della foresta tropicale. La distruzione della foresta tropicale non è provocata da un singolo individuo, ma da un gruppo di persone che agisce uniformemente a livello collettivo. Si tratta di un male cd. “collettivo”. Esso si realizza quando l’insieme del caffè consumato porta alla distruzione della foresta tropicale, mentre il caffè consumato individualmente non porta ad un danno significativo.

La tazzina di caffè del singolo non è qualcosa di isolato. La persona vive infatti all’interno di una rete di relazioni che si influenzano a vicenda. Iniziando a consumare caffè coltivato all’ombra, abbiamo il potere di sensibilizzare le persone che ci stanno vicino sulla distruzione della foresta tropicale. È possibile partire tentando di influenzare familiari e persone con cui abbiamo un rapporto di amicizia. Possiamo dare l’esempio, offrendo una tipologia di caffè coltivato all’ombra nella foresta tropicale. Possiamo anche decidere di invitare i nostri amici in locali che utilizzano questo tipo di caffè. È possibile anche sfruttare i social network e condividere articoli che spieghino gli effetti della coltivazione di caffè al sole sulla distruzione della foresta tropicale.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati