Lifestyle

Beyoncé è stata davvero clonata? C'é chi pensa di sì

Beyoncé è stata clonata: l'ultima notizia shock della rete afferma che la diva del pop sia morta nel 2000 per poi essere clonata

Fonte: flickr

Beyoncé è stata clonata: nelle ultime ore questa notizia di gossip sulla regina del pop, moglie del famoso rapper Jay-Z, sta facendo il giro del pianeta, rimbalzando tra i vari social e dividendo la società tra quelli che credono a questa possibilità e quelli che, al contrario, pensano si tratti dell’ennesima trovata pubblicitaria o bufala. Sta di fatto che la bella e prorompente cantante americana, divenuta famosa prima come voce del trio delle Destiny’s Child e poi come solista di brani famosissimi come Single Ladies o Crazy in Love, sarebbe morta nel 2000 per poi essere rimpiazzata da un clone, al fine di non far crollare il business costruito intorno alla sua persona.

A conferma di questa teoria ci sarebbe un confronto di due immagini che ritraggono la bella e sinuosa Beyoncé , una risalente al 2000 e l’altra scattata qualche mese fa. Nella prima immagine la cantante, originaria di Houston, appare molto sorridente e solare, mentre nella seconda il suo viso è molto più scavato e preoccupato, quasi privo di emozioni. A destare i sospetti del popolo del web sarebbe anche una differente acconciatura e la mancanza di orecchie nella foto scattata nel 2016, caratteristica che farebbe pensare ad un clone.

In realtà, in molti si fanno una grossa risata su questa teoria in quanto un make up sbagliato o anche i vari ritocchini di Photoshop possono far apparire la cantante diversa. Ma chi sostiene che Beyoncé sia stata clonata afferma che anche gli atteggiamenti e le diverse cadute rocambolesche della cantante sono sintomi di un cambiamento forte ed evidente. Potrebbe trattarsi dell’ennesima teoria del complotto costruita su grandi nomi della musica, come è stato per Paul McCartney nell’epoca d’oro dei Beatles, o magari di qualcosa su cui riflettere.

La cantante americana ha realmente confessato che Beyoncé è morta e che oggi il suo alter ego scenico è Sasha Fierce, la quale fa cose che lei stessa non farebbe: a lei Beyoncé ha dedicato un doppio album , proprio con la volontà di sottolineare i due differenti lati della sua personalità, quello amante del pop e dell’r&b, più tranquillo e solare, e quello della musica dance, più aggressivo, sensuale e schietto. Si potrebbe perciò parlare solo della doppia personalità che ognuno di noi possiede o forse proprio di una Beyoncé clonata. La notizia fa sicuramente alzare l’attenzione nei confronti della cantante con lo scopo di alimentare e tenere accesa la macchina da soldi dell’intero sistema.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati