Beyoncé pronta a cantare la sigla del nuovo James Bond

Secondo alcune indiscrezioni Beyoncé sarebbe stata scelta per scrivere e cantare la sigla del nuovo James Bond

Beyoncé canterà la sigla del prossimo James Bond? Secondo i tabloid americani Queen B sarebbe in trattativa con i produttori della pellicola e potrebbe essere proprio lei ad interpretare la nuova canzone ispirata all’agente segreto 007.

Il film uscirà nel novembre 2019 e, come ha svelato una fonte, “ora è l’unico progetto a cui la cantante è vagamente interessata”. D’altronde in questo periodo Beyoncé è molto occupata a prendersi cura di Rumi e Sir, i gemellini nati lo scorso giugno.

Gli ultimi due main them di James Bond erano stati “Skyfall” di Adele e “Writing’s on the Wall” di Sam Smith, entrambi divenuti grandi successi premiati dal pubblico e dalla critica. Per questo i produttori avrebbero deciso di puntare in alto, scegliendo un’altra popstar di talento.

Secondo una fonte vicina a Beyoncé, la star avrebbe avuto un lungo incontro con Adele durante il quale la cantante le avrebbe spiegato di aver arricchito e migliorato la sua carriera dopo aver interpretato “Skyfall”, sigla dell’omonimo film uscito nel 2012.

Beyoncé sarebbe ancora indecisa, ma i produttori la starebbero corteggiando con cachet milionari e sogni di gloria. Ora che Daniel Craig ha accettato di tornare a vestire i panni di 007 è necessario che la colonna sonora della pellicola sia all’altezza.

Ospite al “The Late Show With Stephen Colbert”, l’attore inglese ha parlato del suo ritorno sul grande schermo come James Bond: “Ne abbiamo discusso per un paio di mesi, per cercare di sistemare tutte le cose, ma alla fine ho sempre voluto tornare – ha spiegato -. Avevo solo bisogno di una pausa. Voglio finire alla grande, non vedo l’ora”.

Nel frattempo Jay-Z ha svelato in un’intervista qualcosa di più sui gemellini Rumi e Sir. I piccoli, nati lo scorso giugno, hanno dei nomi molto particolari. “Rumi è il nostro poeta preferito, e dunque abbiamo deciso di chiamare così nostra figlia – ha raccontato il rapper -. Sir, invece, è venuto fuori in modo naturale quando è nato, ha portato quel nome con sé”.

Storie dal web

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti