Imperdibili

Buco nero galattico fotografato mentre inghiotte una stella

Finalmente gli scienziati sono riusciti a immortalare un buco nero che inghiotte una stella

Fonte: www.nasa.com

Un buco nero che inghiotte una stella è uno dei fenomeni astronomici più misteriosi e allo stesso tempo spaventosi a cui si possa assistere. Prima d’ora, però, non c’erano prove fotografiche che avessero immortalato questo importante momento. Il tutto è stato registrato da Galaxy Evolution Explorer della NASA e dal telescopio Pan-STARRS1 che si trova alle Hawaii. Nello scatto si nota un bagliore all’interno di una galassia, causato dal nucleo: è il puntino bianco segnalato dalla freccia nell’immagine. Questo chiarore è la firma del buco nero mentre distrugge una stella che gli stava passando troppo vicino.

La prima immagine in alto a sinistra risale al 2009 e mostra la posizione della galassia prima del bagliore. Non è visibile ai raggi ultravioletti, mentre a fianco si può ammirare la stessa galassia un anno più tardi: è diventata 350 volte più luminosa agli ultravioletti. Questo aspetto è fondamentale, poiché dimostra la correlazione tra questi raggi e i buchi neri. Infatti, gli scienziati li hanno individuati mentre rimbalzavano attorno alla parte più interna della nube cosmica, sfidando così le credenze convenzionali degli astronomi riguardo al luogo in cui i getti relativisti dei buchi neri vengono creati.

Erin Kara, autrice di uno studio pubblicato sulla rinomata rivista Nature, afferma che inizialmente non c’erano indizi che facessero pensare ai ricercatori che stessero guardando proprio ad un buco nero mentre inghiotte una stella. Inizialmente si era pensato che l’emissione si trovasse nel getto che puntava verso di loro o più lontano, ma di sicuro non vicino al buco nero. Si è invece dimostrato che i raggi X riverberano attorno al nucleo di questo. La stessa scienziata confessa che sono comunque stati fortunati ad aver assistito ad un avvenimento che contenesse tutte queste nuove cose in una volta sola.

Ritornando alla fotografia del buco nero che inghiotte la stella, la parte inferiore sinistra mostra la galassia nel 2009 prima che il bagliore apparisse. Nell’immagine di fianco, immortalata da giugno ad agosto del 2010, si può notare il chiarore dal nucleo della galassia. Qui si può vedere che la luce è più bluastra o anche più calda rispetto a quella della galassia ospitante. Durante l’osservazione, gli scienziati hanno inoltre notato che il buco nero in questione inghiotte stelle 100 volte più velocemente rispetto al cosiddetto limite di Eddington.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati