Lifestyle

Cabina armadio: come progettarne una al meglio

La cabina armadio rappresenta una valida alternativa al classico armadio guardaroba: vediamo come progettarla e realizzarla

Fonte: flickr

All’interno della camera da letto, la realizzazione di una cabina armadio in luogo del consueto guardaroba rappresenta una valida soluzione che permette di ottenere diversi vantaggi; è possibile infatti razionalizzare meglio gli spazi a disposizione e fare in modo che abiti ed accessori siano collocati e riposti al meglio. Inoltre questa soluzione assicura anche la personalizzazione dei propri ambienti scegliendo delle ante in base ai propri gusti. La progettazione di una cabina armadio deve partire da quelli che sono gli spazi disponibili, precisando che la stessa non deve essere ricavata obbligatoriamente dalla metratura della camera da letto ma anche da uno spazio vicino, quale può essere ad esempio un ripostiglio poco utilizzato.

Se la stanza da letto è di forma rettangolare sarà opportuno sfruttare uno dei lati corti, chiudendolo con delle ante e lasciando all’interno lo spazio necessario per riporre gli abiti.
Progettare una cabina armadio richiede uno studio molto accurato per stabilire innanzitutto se utilizzare delle strutture componibili, solitamente vendute in kit di montaggio, o se invece procedere alla sua realizzazione adattandola allo spazio disponibile utilizzando dei pannelli in cartongesso e delle ante per armonizzarla quanto più possibile con i mobili già esistenti. Bisognerà poi stabilire cosa occorre: cassettiere, bastoni, ripiani, appendiabiti e tutto l’occorrente che renderà funzionale la cabina armadio.

Altro elemento importante da considerare è il tipo di illuminazione che dovrà essere installato. La presenza di luci permetterà infatti di trovare molto più facilmente gli abiti, le scarpe e gli accessori necessari. La soluzione ideale sarebbe quella di utilizzare delle luci in grado di accendersi e spegnersi automaticamente nel momento in cui rilevano la presenza di una persona all’interno della cabina armadio. In tal modo non sarà necessario preoccuparsi di accendere e spegnere l’interruttore.

L’organizzazione degli spazi è l’ultimo elemento da prendere in considerazione. Tralasciando ogni valutazione sullo spazio necessario per muoversi all’interno che dipenderà da quante persone dovranno usare la cabina armadio, sarebbe opportuno organizzare i volumi in modo che ci sia una parte destinata all’uomo ed una alla donna. Qualora ci si trovi in difficoltà, per la presenza di angoli difficili o di spazio limitato, ci si potrà rivolgere a professionisti del settore che forniranno una risposta personalizzata per ogni diversa esigenza dell’utente finale.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati