Lifestyle

Caccia al drone, il nuovo sport promosso da Mountain Dew

La caccia al drone è un inseguimento di un oggetto volante. Il nuovo sport promosso dalla Mountain Dew ha buone probabilità di diffondersi

Fonte: flickr

La caccia al drone è un nuovo sport lanciato dalla Mountain Dew, la popolare bevanda energetica americana. Si tratta di una pratica a cui è difficile resistere. Basta raggruppare un po’ di amici, fare un’overdose di bevande zuccherate e andare su e giù tra i boschi e i campi, alla ricerca di un oggetto volante. Questa caccia all’ultimo respiro coinvolgerà 12 piloti che affronteranno un insieme di ostacoli ambientali ed artificiali. L’idea è semplice.

Arrivate con la moto leggermente sporca. Aspettate con trepidazione l’uscita del drone da una cassa di legno assieme ad un gruppo di amici in attesa sui loro motocicli. Assaporate le bevande Mountain Dew, in modo da ricaricarvi di caffeina ed energia. Mettete il casco e preparatevi a partire. L’oggetto volante esce dalla scatola e inizia la caccia. Le moto corrono tra i boschi e gli alberi tra mille acrobazie.

Con una bacchetta in mano spronate il veicolo a correre di più, come un moderno cavallo da corsa. L’apparecchio scappa tra gli alberi e le fronde. Superate un ostacolo volando in aria ed atterrando. Adesso siete su una stradina che si fa sempre più stretta. Iniziate a sfoderare la rete per la cattura. Il drone è vicino, con la sua luce verde, ma non abbastanza. Tentate invano di acciuffarlo.

Siete ormai a stretto contatto ed ecco che riuscite nel vostro intento, poco prima della fine del tracciato, dove sono riuniti un nuvolo di persone festanti che vi acclamano. Vi sentite come gli inglesi quando indossano le loro casacche, montano sui cavalli e iniziano a correre dietro le volpi. È una pratica attualmente illegale, ma ancora esercitata. La caccia al drone diventerà forse uno sport comune in molte parti del mondo.

Non è chiaro però cosa succede quando si cattura l’oggetto volante. Bisognerà appenderlo sopra il camino per esporlo agli ospiti o lasciarlo in libertà, pronto per essere cacciato di nuovo? È un dilemma da risolvere: probabilmente l’emittente televisiva americana ESPN farà un approfondimento in futuro. È uno sport perfetto per la domenica mattina, sicuramente. Speriamo di farci l’abitudine: la caccia al drone è infatti nettamente da preferire rispetto alla barbara cattura e uccisione di animali vivi, ancora praticata frequentemente in molte parti del mondo. Che ne dite della sostituzione?

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati