Cane accusato di aggressione viene scagionato: "Troppo grasso"

Mishka è un cane accusato di aver morso una persona, ma è stato assolto dal giudice. Il motivo? Fido è troppo grasso!

Animali
Fonte: Twitter

Scagionato perché troppo grasso per aver compiuto il fatto. Accade in Gran Bretagna, dove un cane era finito in tribunale con l’accusa di aver aggredito un ciclista. Il quattro zampe è stato però assolto dal giudice. Il motivo? Non aveva la forma fisica adatta per rincorrere e mordere una persona.

La sentenza è stata emessa in un tribunale di Manchester, dove Mishka, un Alaskan Malamute era finito alla sbarra con l’accusa di aver morso al polpaccio un ciclista. I fatti erano avvenuti in un parco, mentre la proprietaria del cane, l’84enne Francis Thorley, lo portava a passeggio.

Per il giudice però la storia raccontata dalla sportiva non ha alcuna prova, soprattutto perché il cane ha 11 anni e pesa la bellezza di 45 chili. Secondo l’avvocato dell’accusa Mishka sarebbe arrivato correndo e ringhiando e si sarebbe avventato sulla ciclista.

A salvare il cane però ci hanno pensato i veterinari che hanno compiuto la perizia durante il processo. Per gli esperti infatti Mishka non avrebbe mai potuto azzannare la donna perché “è morbidamente obeso”. Fido ha una buona indole ed è un cane-guida incapace di mordere, così grasso da camminare lentamente, perché correndo rimarrebbe senza fiato.

Mishka è entrato nella vita di Francis oltre cinque anni fa. L’uomo aveva perso l’uso della mano sinistra e non riusciva più a muoverla. Oggi i due sono molto uniti e il cane ha ridato all’84enne la voglia di vivere e di sorridere. “Non c’è niente di sbagliato in lui, se non che è in sovrappreso – ha detto il padrone del cane, affermando anche che ora è a dieta, per ritrovare la giusta forma fisica -. Mangia quanto prescritto dal veterinario, deve rinunciare ai miei dolcetti per perdere peso e scendere sotto i 40 chili”.

TAG: