Imperdibili

Carlos Santana: la vita del chitarrista rock

Protagonista indiscusso della scena internazionale del rock latino, Carlos Santana era piccolissimo quando da autodidatta ha imparato a suonare la chitarra

Il celebre chitarrista Carlos Santana, nasce il 20 luglio del 1947 ad Autlán de Navarro, nella parte occidentale del Messico. Sin da bambino, cresce respirando musica grazie al padre José, che era uno dei dei “mariachi” della città, una sorta di musicista vagabondo. Dolci e malinconiche sinfonie sono la colonna sonora della sua infanzia.

Crescendo l’apprendista Santana accompagna il padre nei suoi spettacoli e per necessità il primo strumento che apprende non è una chitarra ma bensì il violino. Grazie a questo primo incontro musicale si appassiona alle note lunghe, acute, sospirate e passionali che sono la caratterista principale dello stile che lo ha reso unico in tutto il mondo.

Carlos Augusto Alves Santana, solo in un secondo momento della sua crescita decide di passare alla chitarra. Tenace e aggressiva, più semplice da suonare, la ritiene più idonea a comunicare con la realtà popolare in cui è nato ma soprattutto sarà lei la protagonista del genere musicale che si sta affermando: il rock. Per guadagnarsi da vivere, inizia ad esibirsi nei locali di Tijuana, intrattenendo i turisti americani. Da autodidatta sono questi gli anni in cui si ispira ad altri artisti del momento come T-Bone Walker, B.B. King e John Lee Hooker, che ascolta clandestinamente dalle emittendi radiofoniche statunitensi al confine. Negli anni ’60 si trasferisce con tutta la famiglia a San Francisco. Una città ricca di nuovi stimoli artistici che affinano il suo stile e la sua tecnica. Si diploma alla “Mission High School” e diventa cittadino americano.

Per aiutare la numerosa famiglia inizia a lavorare come lavapiatti, ma non abbandona la musica e nel tempo libero va ad ascoltare di nascosto i musicisti blues, rock e jazz che si esibivano al famoso “Bill Graham’s Fillmore Auditorium”. L’esordio come professionista nel mondo della discografia avviene nel 1966, quando nasce il gruppo “Santana Blues Band”, composto da: Tom Frazier, Mike Carabello, Rod Harper, Gus Rodriguez e Gregg Rolie. In pochissimo tempo riescono a vendere tante copie sino ad aggiudicarsi il disco di “platino”.

La consacrazione assoluta giunge con Woodstock. Tre giorni di musica, pace e amore con le star più famose del momento. È il 1969 e Santana si esibisce su quel palco in una performance perfetta ed indimenticabile. Il pubblico è entusiasta e il ritmo del suo rock latino rock latino conquista il panorama musicale. Da questo momento il chitarrista umile e vagabondo si trasforma in un mito per gli appassionati percorrendo una carriera colma di successi.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati