Sport

Carlos Tévez: la scheda dell'attaccante argentino

Dall'Argentina all'Europa, la storia dei suoi successi del calciatore argentino

Fonte: flickr

Carlos Tévez è un calciatore argentino, attualmente in forza al Boca Juniors. Nato a Ciudadela nel 1984, viene abbandonato dalla madre a soli tre mesi, e successivamente adottato dagli zii materni, prendendo il loro cognome, Tévez. A dieci mesi si ustiona con l’acqua di un bollitore e porta da allora traccia delle ustioni sul viso, sul petto e sul collo. Tévez è un attaccante poliedrico, in grado di giocare come trequartista, prima e seconda punta.

Abile nel dribbling, gode di una buona forma fisica che gli permette di mettersi al servizio della squadra anche in fase di difesa. È dotato di una grande capacità realizzativa, sia con gol di rapina, sia con soluzioni dalla lunga distanza. È stato più volte coinvolto in guai con la giustizia: nel marzo 2013 è stato arrestato e rilasciato su cauzione per guida senza patente, nel maggio 2015 gli è stata ritirata la patente per eccesso di velocità.

Tévez inizia la carriera nelle giovanili del Boca Juniors. Nel 2004 vince la medaglia d’oro ai Giochi Olimpici di Atene, guadagnando il titolo di miglior realizzatore. Nel 2006 viene acquistato dal West Ham e arriva in Europa. Nel 2007 passa al Manchester Utd con cui vince due volte la Premiere League e una volta la Champions League. Nel 2009 il calciatore argentino entra a far parte del Manchester City. Inizia un periodo caratterizzato da alti e bassi: il titolo di campione d’Inghilterra dopo 43 anni e continue tensioni con il tecnico Roberto Mancini. Nel 2013 si trasferisce alla Juventus che lo acquista per 9 milioni di euro. Il periodo torinese rappresenta probabilmente l’apice della carriera di Tévez. Chiude il primo anno in bianconero con 19 reti e diventando il giocatore-simbolo del terzo scudetto consecutivo della squadra allenata da Antonio Conte. La seconda, e ultima stagione alla Juventus, è impreziosita da un altro scudetto, la vittoria della Coppa Italia e la finale in Champions League, persa con il Barcellona. Nell’estate del 2015 decide di ritornare in Argentina e riprendere la casacca del Boca, la squadra che lo aveva lanciato.

Con la Nazionale bianco blu, Tévez si aggiudica i Giochi olimpici di Atene 2004. Nel 2006 viene convocato per il campionato del mondo in Germania ma l’Argentina viene eliminata ai quarti di finale. Nominato Diego Armando Maradona commissario tecnico della Selección, Tévez fa parte della squadra per il campionato del mondo 2010 in Sudafrica. Dopo una assenza di oltre tre anni, che gli impedisce di partecipare alla Coppa del Mondo nel 2014, Tévez torna in nazionale con il commissario tecnico Gerardo Martino, per disputare la Copa América 2015.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati