Sport

C'è Italia-Germania, coccinella pensaci tu

In vista della partita contro i temibili campioni del mondo, gli Azzurri senza l'infortunato De Rossi si affidano al ct Conte e alla scaramanzia.

E' venerdì 17 giugno, il giorno di Italia-Svezia. In una data solitamente infausta la Nazionale, non certo brillante contro gli scandinavi, si impone per 1-0 grazie ad una rete negli ultimi minuti di Eder e si qualifica con un turno di anticipo ai quarti di finale di Euro 2016. La scaramanzia ci aveva messo lo zampino: prima del match contro Ibrahimovic e compagni, durante la fase di riscaldamento, il roccioso difensore Andrea Barzagli aveva salvato da morte sicura una coccinella che scorrazzava sul campo di gioco. Il centrale bianconero aveva recuperato l'insetto, passandolo ad un preparatore atletico.

Il gesto aveva destato clamore e richiamato alla memoria addirittura il famigerato Paul, il polpo indovino di Sudafrica 2010. Dopo la sconfitta contro l'Irlanda (senza insetti nel pre-gara) arriva il bis. A Parigi, alla vigilia del quarto di finale contro la Spagna, durante l'allenamento di rifinitura allo Stade de France, ancora Barzagli avvista una coccinella, la raccoglie e la salva: il giorno dopo la squadra di Conte elimina i campioni d'Europa in carica, lanciando un segnale a tutte le pretendenti alla vittoria finale.

Ora c'è la Germania: l'Italia è attesa a un vero e proprio miracolo sportivo contro i lanciatissimi  campioni del mondo sulla carta nettamente superiori agli Azzurri, ma ancora una coccinella potrebbe intromettersi e cambiare il destino della Nazionale. Barzagli scruterà attentamente il campo di Bordeaux, alla ricerca di animaletti, possibilmente coccinelle, da salvare.

E di fortuna il ct Conte ha certamente bisogno: l'infortunio di De Rossi e la squalifica di Thiago Motta lo hanno privato di un regista. Al posto del romanista potrebbe giocare Stefano Sturaro. Poco probabile il cambio modulo, Conte non rivoluzionerà la difesa più forte dell'Europeo e punterà sullo spostamento di Parolo nel ruolo di regista con Sturaro mezzala, o sull'accentramento di Florenzi, con Darmian e De Sciglio sulle fasce.

Ancora più difficile l'avanzamento di Bonucci davanti alla difesa, con l'inserimento di Ogbonna al fianco di Chiellini e Barzagli. I prossimi allenamenti daranno le risposte che serviranno al ct.

 

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati