“Al centro commerciale ci sarà un attentato”. Bufala su Whatsapp

Da qualche giorno su Whatsapp circola una bufala che mette in guardia su un attentato al centro commerciale di Roma e di Caserta

“Non andate al centro commerciale, ci sarà un attentato”. Da qualche giorno su Whatsapp circola una bufala decisamente di cattivo gusto che sta diffondendo paura e allarme. Si tratta di un messaggio diffuso tramite una “catena di sant’Antonio”, che invita a non andare in alcuni centri commerciali il 22 dicembre, poiché ci sarà un attentato terroristico.

Il messaggio fa riferimento in particolare a due centri commerciali: Campania, a Marcianise, in provincia di Caserta, e Porta di Roma, nella Capitale. Già questo dettaglio ci fa capire che si tratta di una bufala, ma andiamo con ordine e scopriamo di cosa parla questo fantomatico messaggio di allarme. Si tratta della testimonianza di una donna, che avrebbe ricevuto indicazioni da un tunisino, che, impietosito dalla sua gentilezza, le avrebbe detto di non andare al centro commerciale il 22 dicembre perché ci sarà un attentato.

“Una signora è stata fermata da un tunisino dopo aver fatto la spesa – si legge nel messaggio bufala su Whatsapp -. Praticamente lui le è andato addosso, gli è cascata la spesa e lui la voleva aiutare a raccogliere le buste. La signora ha detto di non preoccuparsi e lui gli ha detto: Mi voglio sdebitare, non ti far trovare domani 22 dicembre al centro commerciale che ci sarà un attentato”.

Dopo il recente attentato di Berlino e quello di Nizza, questi messaggi non fanno altro che alimentare la paura e il timore che qualcosa di simile possa verificarsi anche in Italia. La bufala riporta anche che le autorità sarebbero già state allertate riguardo all’attentato programmato al centro commerciale. In realtà però si tratta solo di bugie, come ha svelato anche la direzione del centro commerciale Campania.

“A distanza di un anno esatto si ripete la bufala audio su whatsapp relativa ad un rischio attentati nelle gallerie del Centro Commerciale Campania – si legge nella nota diffusa dal centro commerciale -. La voce ed il contenuto sono identici al dicembre 2015. Il Centro Commerciale Campania ribadisce che la notizia che sta girando sulla rete e sui social è completamente priva di fondamento. “Invitiamo le testate on line, i blog ed i social che hanno pubblicato la bufala ad operare con immediatezza le smentite del caso con la stessa evidenza, in quanto si tratta di procurato allarme”.

Storie dal web

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti