Lifestyle

Che cosa mangiano le forze speciali russe (oltre al paté di cervello)?

La razione delle forze speciali russe è un cibo davvero particolare. Scopriamolo di seguito insieme

Fonte: youtube

La razione delle forze speciali russe? È a dir poco sorprendente: si tratta di un cibo particolarissimo che comprenderebbe, tra le altre cose, anche il patè di cervello di maiale. Già proprio così: a quanto pare le forze speciali hanno bisogno di alimenti energetici, ricchi di fibre e di proteine. La loro dieta si dice, infatti, che sia molto calorica. Nello specifico stiamo parlando degli uomini Spetsnatz: ci riferiamo ad un corpo d’élite che viene addestrato nelle scuole della Federalnaja Sluzhba Bezopasnosti (Fsb) e cioè del servizio federale di sicurezza erede del famoso Kgb.

Spetsnatz deriva dalla contrazione di spetsial’nogo naznachenija: che vuol dire truppe per impieghi speciali. Il lavoro di queste forze russe non è assultamete facile, anzi. Gli Spetsnatz sono soggetti quotidianamente a prove durissime. Il loro addestramento è sensazionale e si basa su enormi sacrifici. Proprio per questo motivo queste forze russe puntano su un cibo particolare. Per loro viene preparato un kit caratteristico e preconfezionato da portare con loro in occasione di ogni missione. In esso non figura certo quello che viene definito cibo spazzatura.

Razioni super nutrienti: si va da scatole di carne di manzo a salsiccia, da pâté di fegato di maiale, dallo zucchero alla cioccolata fondente fino a ricche spremute di frutta di ogni tipo. Spazio anche a crakers ed a cereali. Le forze speciali russe hanno bisogno di un cibo potente per superare sfide quasi impossibili, spesso in montagna, in situazioni climatiche d’emergenza. Gli Spetsnatz hanno il compito di lottare senza tregua contro il terrorismo dilagante. Sono persone selezionate con cura, definite dai più quasi robotiche, pronte a scendere in guerra in situazioni davvero infernali.

È per questo che gli Spetsnatz devono arrivare a mangiare fino a 5000 calorie se non di più. La loro appare una dieta surreale, ma necessaria per raggiungere un perfetto apporto di vitamine e sali minerali onde evitare mancamenti, affaticamenti, capogiri, finanche difficoltà visive. Nel kit delle forze speciali russe, professionisti di arti marziali, figurano pure: pasticche utili per rendere l’acqua potabile, bevande come caffè e tè. Oltre al cibo viene inserito un doppio fornello portatile.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati