Imperdibili

Che differenza c'è tra dentista e odontoiatra

Quale differenza c'è tra dentista e odontoiatra: un amletico dilemma che ci perseguita nella vita di tutti i giorni, ma che riusciremo a risolvere attraverso questa breve e rapida spiegazione

Fonte: flickr

Che differenza c’è tra dentista e odontoiatra? Questa domanda assilla di continuo coloro che si ritengono pedanti, quando si parla di correttezza linguistica. In realtà tra i due termini non esiste discrepanza alcuna. Si tratta di due sinonimi che indicano la figura del professionista medico-sanitario che cura le affezioni dentarie e del cavo orale.

Di conseguenza, stabilire la differenza che c’è tra dentista e odontoiatra è un gioco da ragazzi, è necessario capire che tra i due termini, la diversità sta nel modo in cui noi stessi li utilizziamo. Analizziamo più a fondo la figura del dentista/odontoiatra per spiegare più adeguatamente che si tratta della medesima professione sanitaria.

Per intraprendere questa carriera, è necessaria la laurea in odontoiatria e protesi dentaria istituita nel 1980, la cui durata del corso di studio equivale a sei anni. Essa presenta, a sua volta, diverse aree di specializzazione quali la chirurgia odontostomatologica e l’ortognatodonzia. La prima include l’impiantologia e la parodontologia, la seconda studia le anomalie dei denti e delle ossa mascellari.

L’iscrizione all’albo degli odontoiatri è la condizione necessaria per poter esercitare la professione odontoiatrica. Tuttavia, nel periodo antecedente l’istituzione del corso di laurea in Odontoiatria e PD, diversi laureati in Medicina e Chirurgia hanno potuto iscriversi all’albo degli odontoiatri poiché, fino ai primi anni Novanta, in Italia era possibile conseguire la specializzazione post laurea in Odontostomatologia.

Solitamente, si ha l’attitudine a dare maggiore importanza al sostantivo più difficilmente pronunciabile. Di conseguenza, quello più comune viene degradato e lo si utilizza per indicare erroneamente un iponimo, qualcosa che sta al di sotto, detto molto volgarmente. Ciò accadde assai spesso nel mondo della medicina.

Infatti, il termine dentista viene talvolta utilizzato per indicare il personale tecnico non medico, quello che prende il nome di ‘odontotecnico’ e che non possiede una laurea. Indi per cui, l’unica dissomiglianza di cui ci si potrebbe porre il problema è solo questa, poiché dentista e odontoiatra rappresentano la stessa identica cosa!

Perciò, chiedersi che differenza c’è tra dentista e odontoiatra rappresenta un’immane perdita di tempo.
L’unica diversità sta nell’etimo dei due termini: dentista deriva da ‘dente’ mentre odontoiatra deriva dalla composizione di ‘odonto-‘ e ‘-iatra’. Entrambi possono prescrivere i farmaci necessari alla terapia e devono rispettare il codice deontologico.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati