Imperdibili

Che differenza c'è tra le parole balcone e terrazzo

Differenze tra balcone e terrazzo, due elementi architettonici esterni, entrambi muniti di parapetto, che presentano per natura numerose diversità

Una prima differenza esistente tra balcone e terrazzo riguarda la collocazione e la posizione dei due elementi architettonici all’interno dell’edificio. Un balcone, per esser definito tale, deve sporgere dal fabbricato ma, per quanto questo possa essere grande e spazioso, non potrà mai avanzare in modo troppo eccessivo verso l’esterno. Il terrazzo invece fa parte integrante dell’edificio essendo considerato per legge uno spazio abitabile ed avendo, talvolta, delle dimensioni piuttosto rilevanti.

Il terrazzo è provvisto di pavimentazione ed è generalmente privo di coperture. Raramente potrebbe capitare che questo venga fornito di particolari tettoie che all’eventualità possono essere facilmente rimosse, ma tale alternativa è a libera discrezione dell’occupante. Un’esempio di terrazzo può essere dato dal tetto opportunamente pavimentato di un edificio.

La seconda differenza che c’è tra balcone e terrazzo riguarda invece l’utilizzo che si può fare di questi due differenti spazi architettonici. Il balcone, avendo per sua natura un estensione particolarmente limitata e stretta, non garantisce la possibilità di usufruire appieno del suo spazio se non appunto per tenere piante di piccole dimensioni o simili elementi decorativi  non eccessivamente ingombranti.

Il terrazzo invece, data la maggiore estensione di cui dispone (generalmente superiore ai venti metri quadrati), si presuppone essere molto più adatto per lo svolgimento di numerose attività sociali quali cene all’aperto, feste o serate in compagnia di familiari e amici. La terza differenza che c’è tra balcone e terrazzo riguarda la suddivisione della spesa condominiale nel caso in cui si presenti essere necessaria una sua manutenzione. Il balcone, essendo realizzato in modo che sia accessibile solamente da un appartamento, è quindi privato e le spese di manutenzione per la sua ristrutturazione dovranno essere totalmente sostenute da parte del proprietario della casa stessa.

Si fa eccezione solamente nel caso in cui, a dover subire un intervento manutentivo, sia la parte inferiore del balcone. La ristrutturazione di quest’ultima parte infatti sarà totalmente a carico della persona che abita nell’appartamento a cui questo fa da soffitto, ossia l’appartamento sottostante. Per quanto riguarda invece il terrazzo, essendo stata realizzata come area comune, è accessibile da più appartamenti per cui le spese di manutenzione andranno adeguatamente divise tra tutti i diversi proprietari che occupano i singoli appartamenti.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati