Imperdibili

Che differenza c'è tra mito e leggenda in letteratura epica

Quale differenza c'è tra mito e leggenda? Oggigiorno, ne si ignora quasi totalmente l'esistenza ma proveremo a riscoprire il fascino legato a queste due forme d'arte

Che differenza c’è tra mito e leggenda? Quali sono le caratteristiche primarie che i due generi, appartenenti alla letteratura epica e latina, presentano? Affronteremo un breve excursus per riscoprire l’incanto di queste due preziose forme d’arte, dall’origine fino alla loro evoluzione umanistica, estrapolando tutte le informazioni di carattere dotto possibili e immaginabili.

Analizziamo, da un punto di vista etimologico, i due termini. La parola mito, comparsa intorno al 1853, deriva dal greco “mŷthos” che significa parola, narrazione, favola, progetto. D’altro canto, leggenda deriva dal latino medievale “legenda”, il femminile sostantivato di legendus e gerundivo di legĕre (leggere), comparì, per la prima volta, nel XIII secolo.

Il mito è un fatto perfettamente idealizzato che scaturisce da una diffusa partecipazione che può essere sia fantastica sia religiosa: come i miti dell’Antica Grecia o il mito dei Dioscuri. Si tratta, inoltre, di un’immagine che nella filosofia ha l’obiettivo di riassumere un processo logico e di sostituirsi alla razionalità nel tentativo di cogliere unità non raggiungibili.

Di solito, eroi e dèi sono i protagonisti indiscussi di tutti quei racconti che, al tempo, non avevano necessità di essere dimostrati in alcun modo poiché tutti vi credevano. Questa era la particolarità del mito e della sua speculazione e, seppur concettualmente valido, sembra destinato a non trovar riscontro nella realtà effettiva e concreta.

La leggenda, invece, è un racconto argomentativo di stampo eroico o religioso che narra fatti in cui i personaggi, quando non risultano immaginari, vengono amplificati e alterati dalla fantasia e dalla tradizione, col duplice intento di creare esaltazione ed esemplarità per i più. Annoveriamo la leggenda di Romolo e Remo che, per noi, ha fatto la storia.

Esistono anche altri tipi di leggende lontane da quelle antiche: un esempio è la cosiddetta leggenda metropolitana che si basa su una storia inventata di ambientazione urbana. Nata da scene di vita quotidiana, ordinarie nelle società contemporanee, spesso si trasforma in tragedia dando vita a dei racconti che si tramandano oralmente subendo, una tantum, modifiche.

Sostanzialmente questa è la differenza che intercorre tra mito e leggenda. Il mito è una narrazione di natura religiosa, la leggenda è un racconto antico facente parte della tradizione del popolo. In antichità era anche una narrazione agiografica destinata ai fedeli, che veniva edificata per il giorno della festa del Santo, in onore della sua vita e dei suoi racconti.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati