Chi è Barbara Ovieni, da Temptation a Raisport

La sua scollatura ha fatto scalpore sul web, ma chi è Barbara Ovieni? Scopriamo la biografia della conduttrice

Fonte: Instagram

Il XXI secolo può dire tanto di noi. Se lo osservassimo dalla giusta distanza riusciremmo a notare tutte le contraddizioni che ci appartengono. Siamo, infatti, nell’epoca in cui tutti cercano di mostrarsi come aperti e liberali. Tutti dicono di rispettare le scelte altrui. Allora bisogna chiedersi come sia possibile che ci si ritrovi su un social a parlare della scollatura di una giornalista e non delle sue esperienze professionali e formative, le uniche poi che davvero permettono di capire se un soggetto sia qualificato o meno a svolgere un determinato ruolo.

Questo è ciò che è accaduto alla modella Barbara Ovieni. La giornalista, attualmente, lavora per Rai Sport. Affianca, nella conduzione, Paolo Paganini. Entrambi si occupano dei dopo partita, commentando i principali avvenimenti di Serie A ed intervistando i protagonisti. A suscitare scalpore è stato l’abito che indossava, ritenuto da alcuni poco casto. Outfit mostrato durante il dopo partita relativo ad Inter – Lazio.

Biografia

Nata a Milano nel 1986, Barbara Ovieni si diploma presso il liceo artistico. Sceglie, quindi, di studiare per diventare una conduttrice televisiva. Inoltre, frequenta anche corsi di recitazione. Nel giro di poco tempo nascono importanti collaborazioni. Lavora con Tommy Vee, Ezio Greggio, Enzo Iacchetti e recita in “Fratelli benvenuti” (2010) e “Operazione vacanze” (2012). La sua prima esperienza in Rai risulta essere “Artù“,programma in cui affianca Gene Gnocchi. Come modella ha lavorato principalmente per Richmond.

Di recente ha partecipato a “Temptation island” e “Ciao Darwin“, oltre ad aver collaborato con Piero Chiambretti in “Grand Hotel Chiambretti“. Sarebbe curioso sapere se gli utenti Facebook che ieri si sono scatenati sul noto social siano a conoscenza di ciò o abbiano avuto modo di poter contestare solo le scollature di Barbara Ovieni.

Le donne oggi

L’Occidente sul tema ha fatto molti progressi. Questo non è possibile negarlo. D’altronde basta un rapido confronto col Vicino Oriente per capire quanto sia difficile la vita del gentil sesso altrove. Tuttavia essere donna oggi ancora non è facile. I pregiudizi sono ancora troppi.

Per questo il genere femminile dovrebbe adoperarsi per tentare di raggiungere la parità dei sessi tanto agognata. Spesso, invece, accade che la solidarietà femminile venga a mancare. E allora il lavoro di tante eroine, rischia di finire nel dimenticatoio.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti