Chi è Marco Biò, alunno de "Il collegio 2"

Scopriamo qualcosa di più su Marco Biò, il giovane milanese che è entrato a far parte della classe de "Il collegio 2"

Marco Biò è uno degli alunni de “Il collegio 2”. Questo ragazzo di 17 anni arriva da Milano e si metterà alla prova insieme ad altre 9 ragazze e 8 ragazzi affrontando la vita in un collegio. La classe di giovani selezionata da Rai Due infatti compirà un vero e proprio viaggio nel tempo, arrivando negli anni Sessanta e vivendo un’esperienza incredibile.

Molti di loro sono ribelli, poco ligi alle regole e pronti a mettere in discussione l’autorità degli adulti. All’interno del Collegio Convitto di Celana a Caprino Bergamasco, in provincia di Bergamo, troveranno “pane per i loro denti”. Li aspettano dei professori intransigenti, un Preside che non ammette errori di disciplina e due Sorveglianti che li controlleranno giorno e notte, assicurandosi che rispettino il regolamento dell’istituto.

Rimanere all’interno del collegio, senza smartphone e alle prese con lo studio, non sarà semplice per nessuno. Soprattutto per Marco Biò, che è un vero spirito libero. Il 17enne frequenta il primo anno dell’Istituto Professionale di meccanica e ha un carattere molto forte. Crede nell’importanza delle regole, ma raramente le rispetta e preferisce “imparare dalla strada”. Riconosce l’autorità degli adulti, nonostante ciò vuole essere considerato “alla pari”.

La sua grande passione sono i motori, in particolare le moto. Proprio per questo due giorni a settimana lavora in un’officina sui Navigli, coltivando il sogno di diventare un meccanico. I genitori sono separati da diverso tempo, ma hanno mantenuto dei buoni rapporti. Entrambi considerano Marco un ragazzo molto sensibile, dolce e legatissimo alla sorella minore. Gli errori fatti vengono reputati come “problemi della sua età” e quindi qualcosa a cui non dare molto peso. Se i genitori sono piuttosto morbidi con Marco Biò, lo stesso non accadrà fra le mura de “Il collegio 2” dove il ragazzo dovrà vedersela con la rigidità dei suoi insegnanti e i controlli dei Sorveglianti.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti