Chi ha inventato il gelato? La storia del gelato e del suo antenato

Chi ha inventato il gelato, alimento goloso e principe assoluto dei dessert estivi? Ecco tutto ciò che c'è da sapere sulla sua antica ed affascinante storia

Fonte: Pixabay

Chi ha inventato il gelato, fresco e succulento dessert che, estate dopo estate, continua ad ammaliare i palati dei golosi di tutto il mondo? Questo dolce è davvero diffuso al giorno d’oggi: non tutti sono consapevoli, però, che la sua storia è tanto antica da perdersi nella notte dei tempi e tanto affascinante da andare ad interessare alcuni personaggi storici di grande rilievo.

Storiograficamente, alla domanda che chiede chi ha inventato il gelato bisogna rispondere prontamente che il merito di tale scoperta spetta senza dubbio ai greci. La prima ricetta che può ricordare il nostro amato dessert risale al 500 a.C.: gli ateniesi erano, infatti, soliti realizzare un dolce a base di miele, succo di melograno e ghiaccio. Anche gli arabi hanno, senza dubbio, la loro parte di merito: ci sono testimonianze che raccontano come durante la loro permanenza in Sicilia avessero l’abitudine di prelevare la neve dell’Etna per mescolarla assieme alla frutta.

La Francia, come spesso succede in pasticceria, rivendica la paternità del gustoso e rinfrescante dessert di cui stiamo parlando: dimenticano sempre di ricordare, però, che a introdurre molti dei dolci che la loro tradizione può vantare è stata la raffinata ed italiana Caterina de’ Medici, sposa di Enrico II di Francia ed appassionata gastronoma. Si dice che quando la sovrana si trasferì alla corte del marito portò con sé il suo pasticcere di fiducia per poter continuare a godere della sua golosa cucina.

Anche la successiva pagina che risponde alla domanda su chi abbia inventato il gelato parla italiano: il palermitano Francesco Procopio dei Coltelli si trasferì a Parigi nel 1686 e fondò il celebre Le Procope, caffè in cui presero l’abitudine di riunirsi alcune delle più rilevanti personalità francesi del tempo. La sua ricetta prevedeva l’utilizzo di ghiaccio, miele, zucchero e, ovviamente, di frutta di stagione.

I parigini potevano gustare questa leccornia unicamente a Le Procope: Luigi XVI amava il dolce a tal punto da garantire al pasticcere siciliano l’esclusiva per la sua produzione. Ma chi ha inventato il gelato così come lo conosciamo oggi? È nel Novecento che la prima sorbettiera a motore, messa a punto dall’americano William Young, permise di refrigerare gli ingredienti in qualsiasi stagione, rendendoli cremosi e deliziosi. Indubbiamente, è stato proprio grazie a questa innovazione che il gelato è diventato il dolce più amato della società di massa.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti