Chi ha scoperto il Dna?

Che cosa sappiamo del Dna? Quando e soprattutto chi l'ha scoperto? Scopriamolo insieme di seguito.

Il termine Dna è ormai entrato a far parte del linguaggio comune di tutte le persone. Eppure sono ancora pochi quelli che conoscono realmente la sua storia. A scoprirlo furono nell’anno 1953 due scienziati dalla mente davvero eccelsa: James Watson e Francis Crick, che in seguito nel 1962 vinsero il premio Nobel. Questi due uomini lavorando insieme alacremente e nel tempo, riuscirono a mettere a fuoco la particolare struttura del Dna e, di conseguenza, la sua notevole importanza. La scienza oggi ci dice tutto sul Dna.

Il termine si riferisce alla molecola che riesce a trasmettere un’informazione genetica da un organismo all’altro. Andando più nello specifico il Dna è l’acido desossiribonucleico o deossiribonucleico e cioè si tratta di un acido nucleico all’interno del quale sono presenti tutti i dati genetici che servono alla biosintesi di RNA (molecola polimerica implicata in più ruoli biologici) ed alle proteine: molecole fondamentali per la crescita ed il funzionamento degli organismi viventi. Il Dna ha avuto un’analisi lunga ed anche molto minuziosa. James Watson e Francis Crick arrivarono a scoprirlo passo dopo passo.

Nel loro primo step gli scienziati studiarono il Dna all’interno della cellula. Nel corso della ricerca James Watson e Francis Crick arrivarono a cogliere la struttura precisa del Dna definita a doppia elica: i nucleotidi sono quei due lunghi filamenti di molecole che appaiono avvolti a spirale. Lo studio affrontato per arrivare alla conoscenza piena di quello che oggi chiamiamo Dna non è stato assolutamente facile. Eppure oggi siamo in grado di parlare e di interpretare un codice genetico. Si può, ad esempio, fare un test del Dna per stabilire una paternità, eliminando qualsiasi dubbio.

C’è ancora molto da conoscere sulla struttura del Dna. In laboratorio gli esami continuano per analizzare i geni: veri protagonisti per la trasmissione dei caratteri ereditari. Tra i vantaggi acquisiti con la scoperta del Dna vi è anche quello di poter apprendere in anticipo l’origine di alcune malattie come quelle tumorali o cardiovascolari e di seguito trovare il modo migliore per combatterle. Tutto sembra già deciso nel Dna. Chi vuole sapere se è predisposto ad un determinato problema di salute può eseguire un test genetico.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti