Chi vuole mangiare una pizza da 2000 dollari e con foglie d'oro?

New York offre la possibilità di gustare la pizza più costosa di sempre: 2000 dollari di foglie d’oro e ingredienti pregiati

Fonte: Facebook

Italiani e pizza sono un connubio indissolubile, uno fra i luoghi comuni più diffusi a livello internazionale. Forse però, nemmeno il più sciovinista di noi sarebbe disposto a spendere 2000 dollari per una fetta di Margherita. È questo il prezzo della pizza più costosa al mondo, completamente ricoperta da foglie d’oro 24 carati. Il locale che la serve è Industry Litchen, nel cuore di New York: una pizzeria le cui specialità sembrano essere i prezzi elevati e i tavoli sempre pieni. E’ necessario infatti prenotare con almeno due giorni d’anticipo per trovare posto.

La pasta della pizza è fatta con nero di seppia, al posto della comune mozzarella c’è un pregiatissimo formaggio Stilton inglese; mentre il resto della guarnizione include: foie gras francese, caviale del Mar Caspio, tartufo e fiori commestibili. Se sul sapore si possono avere dei dubbi che in pochi possono permettersi di verificare, l’aspetto culinario non pare essere il fattore che trascina i clienti nel locale. Industry Kitchen deve infatti il suo successo alla capacità di rintracciare il favore di ospiti d’élite.

New York e il Luxury Food: il pasto dello sceicco

D’altro canto New York è una delle capitali per eccellenza del luxury food. Nella Grande Mela è possibile mangiare piatti come la frittata d’aragosta per soli mille dollari: un’omelette ricoperta da dieci once di pregiato caviale. Al Serendipity 3 si può invece scegliere di concludere il pasto “economico” con un dessert sopra le righe. Una coppa gelato da mille dollari all’infuso di vaniglia del Madagascar, fonduta di cioccolato Porcelana Amedei toscano, frutta candita parigina, cioccolato venezuelano, tartufo di cioccolato, foglie d’oro, nocciole dorate e marzapane.

C’è da scommettere che fra i maggiori consumatori di questi ristoranti ci siano sceicchi e oligarchi di tutto il mondo. Rimane comunque aperto il dibattito se il prezzo incontri effettivamente una qualità eccezionale o se sia soltanto un marchio di esclusività. C’è da credere che i pochi che hanno verificato di persona non renderanno pubbliche le conclusioni della loro esperienza. Inutile invece addentrarsi in ovvi e comunque complessi dilemmi riguardo la moralità di una cena a base d’oro e caviale.

Storie dal web

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti