0, 1, 5, 7, 1, 7, 1 trend

Chiede un certificato in Comune e scopre di essere sposato da due anni

Ha chiesto un certificato in Comune e ha scoperto di essere sposato da due anni con una donna che non conosceva

Ha richiesto un semplice certificato in Comune ed ha scoperto di essere sposato da ben due anni con una donna extracomunitaria. Accade nella IV Municipalità di Gianturco, dove un uomo che aveva bisogno di un certificato di stato civile, ha finito per scoprire di essere sposato con una donna che non aveva mai visto né conosciuto.

La vicenda incredibile è finita in Procura, dove tutt’ora sono in corso le indagini per scoprire cosa sia realmente successo. A celebrare il matrimonio, di cui l’uomo era completamente all’oscuro, sarebbe stata una dipendente del Comune, ora sospesa. L’accusa nei suoi confronti è di “gravi carenze istruttorie” nel fascicolo e “comportamento superficiale e negligente”. La donna, che è stata sospesa dal servizio per tre giorni senza stipendio, si è difesa affermando di aver commesso un errore. In quel periodo, ha raccontato l’impiegata, una collega era morta, il responsabile dell’ufficio stava male e lei aveva problemi familiari, per questo si sarebbe sbagliata, celebrando il matrimonio fra l’uomo e l’extracomunitaria.

Le scuse della donna però non sembrano reggere e le nozze celebrate dal Comune continuano ad avere ancora lati oscuri e da chiarire. Il matrimonio, celebrato il 14 ottobre 2014, non sarebbe valido per vari motivi. L’uomo non aveva completato il cambio di residenza, inoltre le carte d’identità delle due persone non sono mai state acquisite dal comune, mentre le firme sarebbero ovviamente false.

Questo non è l’unico caso di un matrimonio celebrato all’insaputa di uno dei due sposi. Secondo il pm aggiunto Alfonso D’Avino, che ha aperto una serie di indagini contro la pubblica amministrazione, nell’ultimo periodo si sarebbero verificati una decina di episodi simili. Le indagini sono ancora in corso, ma gli inquirenti sospettano l’esistenza di intermediari dell’Europa dell’Est che organizzerebbero matrimoni “finti” sfruttando le lacune dell’amministrazione pubblica.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti