0, 1, 0, 1, 0, 1, 0 trend

Cicciolina denuncia Google: "Quella con il cavallo non sono io"

Cicciolina ha deciso di portare in tribunale Google: tutta colpa della leggenda secondo cui sarebbe stata con un cavallo

Cicciolina non ne può più e così ha deciso di denunciare Google. Il motivo? Secondo il motore di ricerca la pornostar avrebbe fatto sesso con un cavallo, ma in realtà non è affatto così. Basta digitare il nome di Cicciolina, vero nome Ilona Staller, perché compaiano centinaia di siti: “Il mitico video di Cicciolina col cavallo”, “Cicciolina horsefuck”, “Cicciolina e il cavallo: incredibile”. I link portano tutti allo stesso video, quello in cui una donna bionda fa sesso con un cavallo, peccato che la porno attrice che si vede non sia affatto Cicciolina, ma qualcun altro.

A rivelarlo, qualche tempo fa, anche il figlio della diva, Ludwig, che in un’intervista rilasciata a “Le Iene” ha spiegato: “Ma quella non è mia mamma”. Secondo la leggenda che circola ormai da anni, la scena del rapporto con il cavallo sarebbe contenuta in uno dei film di Riccardo Schicci, intitolato “Cicciolina Number One”, con protagonista proprio la pornoattrice.

“Persino l’indimenticabile Federico Fellini, con quei suoi modi soavi e sottintesi, una volta che ci incontrammo, ne alluse… – ha svelato Ilona Staller, che però giura di non aver mai girato quella scena -. Ma se io sono sempre stata una pacifista, un’animalista! Detesto la zoofilia. Tutto quello che è accaduto dopo è uno schifo. Un abominio. Mi sono salvata solo grazie alla mia tempra forte”.

“Nella pellicola io sto su un calesse – ha raccontato Cicciolina – e lì vicino si materializza una ragazza che finge di scambiarsi affettuosità indicibili con uno stallone in carne, nitrito, sesso smisurato e ossa… È bastato questo scambio di identità per condannarmi alla dannazione virtuale eterna. C’è gente infame che specula e lucra su questa bufala per qualche migliaio di click in più. Dovrebbero vergognarsi. Essere sbattuti in galera. È un incubo senza fine. Ma adesso basta, i colpevoli devono pagare”.

Oggi scrittrice e pittrice, ma anche nuova naufraga dell’Isola dei Famosi, Cicciolina ha deciso di portare Google in tribunale per dire basta a questo scambio d’identità. Ilona Staller ha richiesto la rimozione di tutti i link e un risarcimento di 79 milioni di dollari. “Ilona Staller è titolare del diritto di proprietà sul famoso personaggio di “Cicciolina” e su Google l’associazione di “Cicciolina” con “cavallo” ha determinato gravissimi pregiudizi – ha spiegato il suo avvocato – trattandosi di un suggerimento di ricerca del tutto infondato, diffamatorio e lesivo della sua reputazione personale e professionale. Ilona ha diritto a un ingente risarcimento per i danni patrimoniali e morali subiti sulla scia di questa diffamazione globale protrattasi per decenni. Nel frattempo Google ci ha risposto, assicurando che effettueranno accertamenti prima della rimozione dei link. Come a dire che hanno ammesso le proprie colpe oggettive”.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti