Imperdibili

Civiltà aliene? L'universo ne ha avute molte, lo dice la scienza

Maggiori probabilità di incontrare civiltà aliene nell'universo, un nuovo studio sembra confermare le ipotesi degli scienziati

Aumentano le probabilità della presenza di civiltà aliene su altri pianeti dell’universo. A confermarlo sono alcuni scienziati che parlano addirittura di altre civiltà extraterrestri che si sono evolute tecnologicamente prima di noi. Adam Frank, professore di fisica ed astronomia presso la University of Rochester nella città di New York, ha infatti spiegato come le probabilità di altri pianeti abitabili da alieni avanzati tecnologicamente siano state rivalutate dagli scienziati. Prima infatti che ci fosse quest’ultima ricerca si immaginava che ci fosse solo una possibilità su un trilione di altre forme di vita evolute su altri pianeti. Nella storia cosmica quindi ci sarebbero state almeno altre dieci miliardi di nuove forme di vita o quanto meno la creazione di pianeti come accadde per la terra.

Gli scienziati americani hanno quindi ripreso la formula di Frank Drake sul numero di civiltà aliene e la hanno aggiornata alla percentuale di spazio abitabile, senza tener conto di un dato termine per le scomparse delle civiltà. Da ciò però non bisogna trarre paure o allarmismi nei confronti dello spazio e degli extraterrestri. Gli scienziati delle Università di Washington e New York hanno infatti spiegato che seppure dalla formula ricavata si evinca che ci siano state altre forme di vita evolute, ciò non significa che dobbiamo essere preoccupati per eventuali contatti con gli alieni. Molte di queste civiltà si sono già estinte dopo migliaia di anni, mentre altre potrebbero trovarsi in un punto troppo lontano per essere raggiunto. Basti ricordare che da un pianeta all’altro le distanze sono in anni luce, spazi quindi davvero troppo ampi per essere percorsi anche con tecnologie abbastanza avanzate.

Dello stesso avviso è il professor Woodruff Sullivan dell’Università di Washington e partecipe di tale ricerca sugli extraterrestri. Egli infatti ha spiegato che pure se ci fossero state 1000 civiltà aliene differenti nei 10.000 anni di storia in cui si sono sviluppate maggiormente le varie forme di vita sulla terra, ciò non significherebbe che ci possa essere contatto con ognuna di esse. Per tutti coloro che attendono quindi un contatto alieno non resta che attendere ancora qualche anno nella speranza di poter finalmente incontrare e studiare gli alieni.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati