Imperdibili

Come e perché fare esercizio per vincere la depressione

Esercizi e depressione sono un connubio spesso vincente: la ginnastica aiuta a combattere l'esaurimento fisico e mentale, il senso di sconfitta e la frustrazione

Fonte: flickr

Esercizi e depressione possono procedere di pari passo: la ginnastica può aiutare a sconfiggere il male oscuro. Sarah Kurchak, una personal trainer che ha vissuto un periodo di depressione clinica, offre il suo bagaglio di esperienza e fa una serie di raccomandazioni molto pratiche per rendere più agevoli gli esercizi quando il cervello è preda del disturbo che porta a vedere tutte le cose come insormontabili. La donna sostiene che la ginnastica può essere utile per molte persone che lottano contro i sintomi della depressione ma sottolinea che l’esercizio da solo non può affatto curare la malattia.

Quando si sente che tutto sta precipitando, l’attività fisica può fornire una sorta di messa a fuoco, una routine, un comfort e anche un aiuto per la salute. Il più grande ostacolo è all’inizio: la maggior parte delle persone affette da depressione sono consapevoli di tutte le cose che potrebbero o dovrebbero fare per combattere la loro condizione ma non si sentono in grado di fare nulla per migliorare il proprio stato. Non vedono, in altre parole, una progressione verso il miglioramento; questo perché la depressione porta con sé esaurimento fisico e mentale, disgusto di sé, senso di sconfitta e frustrazione.

Per associare proficuamente esercizi e depressione bisogna essere innanzitutto onesti con se stessi. Se si vuole fare ginnastica perché lo si ritiene un atto positivo per la propria salute è un bene, ma se diventa solo un altro modo per punirsi si rischia un ulteriore insuccesso. Controproducente come farsi un’idea dell’esercizio e del corpo perfetti: le fissazioni non aiutano in alcun modo a superare un periodo di depressione. Altrettanto dannoso è non dare ascolto al proprio corpo: se un allenamento provoca dolore o se si è troppo stanchi diventa assolutamente necessario fermarsi.

Al fine di stare meglio è utile scegliere la giusta sede: che sia all’aperto, a casa o in una palestra è saggio pianificare una routine e sforzarsi di seguire un determinato programma. A questo proposito è consigliabile spezzettare l’allenamento in frazioni più piccole e diversificate e cercare uno stile di esercizio adatto alla propria persona; ci si può, per esempio, dedicare allo step, alla danza, al pilates, alla ginnastica in acqua o allo yoga. Questo può fornire una nuova motivazione e può rendere la ginnastica un momento anche divertente. Infine, per beneficiare dell’accoppiata esercizi e depressione, occorre congratularsi con se stessi per ogni allenamento portato a termine.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati