Come fare il panettone in casa

Ecco i procedimenti da seguire per creare in casa tre gustosissimi panettoni: dagli ingredienti ai più minuti passaggi che non conoscevate

Fonte: Pixabay

La cucina è passione, un istinto viscerale che ci permette di esprimere un briciolo di creatività: una forma di espressione come può essere la musica o il cinema. A suo modo è una forma d’arte anche la cucina in casa, rivolta solamente a pochi fortunati, ma forse proprio per questo legame che ci lega alle persone destinatarie, ancor più ricca di sentimento e impegno.

Di questi tempi ci si prepara per stupire con dei prodotti tipicamente natalizi o comunque invernali: tra questi non può assolutamente mancare il panettone, tradizione affermata e tra le più apprezzate in Italia. Ma come prepararlo autonomamente fra le mura della propria dimora con la Planetaria? Come addolcire ulteriormente l’ambiente di casa con un dolce storico? Ecco alcune dritte per voi.

Ingredienti e primo approccio

Per prima cosa ti servono alcuni fondamentali ingredienti per dare vita a 3 panettoni: per il primo impasto ti occorreranno 800 g di farina Manitoba 0, 300 g di zucchero, 420 g di acqua, 100 g di tuorli d’uovo, 300 g di burro, 250 g di lievito madre e 20 g di malto; invece, per il secondo 200 g di farina Manitoba 0, 150 g di zucchero, 100 g di miele di arancia, 220 g di tuorli, 10 g di sale, 300 g di burro, 200 g di pasta di arancia, 20 g di aroma di arancia, 600 g di uva passa, 2 g di vaniglia in bacche, 300 g di arancia candita e 150 g di cedro candito.

Le prime mosse da fare sono: far sciogliere lo zucchero ed il malto in acqua tiepida e poi versare la farina e il lievito madre nella Planetaria. Poi procedete a mescere lo sciroppo ottenuto ed impastare per circa 5 minuti fino a che l’impasto non si incorda. Aggiungere quindi i tuorli in due sessioni facendoli assorbire bene e conseguentemente fare incordare nuovamente l’impasto. Spalmare il burro a pomata, anche in questo caso in due fasi ed incordare di nuovo.

Attenzione al quadrato: passaggi in sequenza

Fate lievitare in un posto asciutto e in una vasca capiente, coperta con della pellicola trasparente, per 12/14 ore (dovrete comunque aspettare che il volume triplichi). Dopo ciò dovrete rimettere l’impasto nella planetaria con 200 g di farina e fare incordare; realizzato questo passaggio aggiungere metà dei tuorli e fare in modo che si assorba il tutto. Fate inglobare metà dello zucchero e come al solito fate assorbire (questa indicazione varrà anche per i successivi passaggi).

Introdurre i restanti tuorli, a seguire aggiungere lo zucchero che rimane. Con la planetaria accesa mettere il sale, i semi di vaniglia, la pasta di arancia, l’aroma di arancia ed il miele. A questo punto inserite il burro a pomata, come al solito in due tranche, e fate in modo di incordare l’impasto; con la velocità al minimo inserite all’interno i canditi e l’uva passa precedentemente fatta ammorbidire nel marsala. Dopo fate riposare per 20 minuti (nella planetaria) e versate l’impasto su un piano di lavoro.

Fase finale: come creare i panettoni

Siamo quasi alla fine del processo: ottenete 3 masse, forgiandole in forma regolare e pinzando la parte inferiore. Come passo successivo potete mettere l’impasto in stampi da 1 chilogrammo. Fate lievitare dalle 6 alle 8 ore in un luogo asciutto, facendo in modo che non vi siano sbalzi di temperature e correnti d’aria.

Quando l’impasto giungerà a circa un centimetro dal bordo dello stampo, tagliate a croce sulla testa del panettone. Quindi, aprite lievemente le estremità per inserire dentro una noce di burro e fate cuocere i panettoni a 170/175 gradi per più o meno 50 minuti. Una volta che l’azione sarà portata al termine fateli raffreddare tenendoli sospesi (li potete infilzare con un tondino di ferro) e capovolgendoli per almeno 12 ore.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti