Lifestyle

Come gli smartphone ci cambiano la vita, la storia di Cory

Come gli smartphone cambiano la vita? Ecco la storia di Cory, che grazie agli smartphone conduce ora una vita migliore e ha più amici

Fonte: flickr

Gli smartphone possono cambiare la vita: lo dimostra la storia di Cory, che ora ha più amici, spende più tempo interagendo nella vita reale e i suoi incontri sono molto più significativi. Le vostre vite sono migliorate o peggiorate dopo l’arrivo degli smartphone? Cory ha raccontato di aver avuto il suo primo smartphone nel 2008, quando aveva venticinque anni: la differenza tra la sua vita sociale di prima e di adesso è vasta. Prima di quel momento, era facile per lui essere dimenticato e lasciato da parte. Al giorno d’oggi, Whatsapp, Facebook, Messenger e altre applicazioni hanno una disponibilità di contatti costante.

Nel passato, il circolo dei rapporti sociali di Cory roteava velocemente. Avrebbe potuto perdere il contatto con alcune persone dopo essersi trasferito o aver cambiato lavoro. Ora invece tiene i suoi contatti su Whatsapp e chatta con loro regolarmente. Ha anche trovato vecchi contatti con cui non aveva mai interagito: Facebook, come ha spiegato Cory, ha cambiato enormemente la sua vita, permettendogli di trovare persino amici della sua infanzia. Molto del suo tempo al di fuori del lavoro è attualmente speso interagendo tramite il suo smartphone. Il suo cellulare gli ha consentito di comunicare con più persone di quanto gli fosse mai capitato.

Avere più contatti e comunicando più frequentemente lo aiuta a immaginare tempi migliori: ha infatti più modi di organizzarsi con i suoi amici ed è certo di trovarli sempre lì. Cambiare la propria vita tramite il proprio smartphone è quindi possibile: da quando Cory ha più scelte sulle persone da frequentare ha relazioni molto più significative. I suoi momenti di socializzazione sono più preziosi e di conseguenza non vuole perdere tempo. Da quando le persone che incontra possiedono uno smartphone può sempre discutere con loro su nuovi metodi per sviluppare le proprie vite sociali anche nel mondo reale.

Ciò intensifica l’esperienza. Cory ha spiegato che apparentemente il suo atteggiamento tenuto nella vita reale potrebbe sembrare distratto, distante, assente nei confronti degli amici presenti, ma non è realmente così. Ha proseguito con la sua testimonianza di come gli smartphone possano cambiare la vita, affermando che pensando alle sue precedenti interazioni sociali aveva dei momenti di quiete, di silenzio, con i suoi interlocutori. Ora, invece di fissare il muro, prende il suo smartphone, il quale gli offre sempre nuovi spunti di conversazione.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati