Lifestyle

Come installare un condizionatore evitando errori

L'installazione dei condizionatori deve essere eseguita seguendo regole specifiche, per ottimizzare la circolazione dell'aria e non creare danni alle pareti dell'edificio

Fonte: flickr

Arriva l’estate ed aumenta la richiesta di installazione dei condizionatori. Non tutti sanno che è necessaria un’attenta valutazione per evitare problemi in futuro. Ecco come evitare gli errori più comuni! Il primo fattore da considerare è il volume degli ambienti da rinfrescare. In una casa con una buona coibentazione, di norma, si prevede l’utilizzo di circa 25-30 W di potenza per ogni metro cubo, con circa 98-100 BTU. Questi valori corrispondono alla capacità di raffrescare dell’unità esterna. Per evitare di installare condizionatori sovradimensionati, o al contrario, troppo piccoli, è sempre consigliabile chiedere informazioni ad un esperto.

La seconda cosa da valutare è il numero di split da installare. Questo dipende molto dalla suddivisione interna delle stanze e dalla loro esposizione al sole. Generalmente si sconsiglia di installare l’apparecchio nella stanza più calda, per evitare un errata lettura del calore da parte del termostato ed un funzionamento eccessivo del condizionatore. L’unità esterna deve essere posizionata in un luogo facilmente accessibile e deve disporre di almeno 20 cm di spazio libero su ciascun lato. Nel caso in cui sia necessario installare più unità, devono essere poste ad almeno 30 cm di distanza l’una dall’altra.

Ciò evita fenomeni di surriscaldamento e consente alla ventola di aspirare la giusta quantità d’aria. Per l’installazione di condizionatori fissi, bisogna prevedere anche il passaggio dei cavi e del tubo di scarico della condensa verso l’esterno. Di solito, essi sono collocati in un elemento che attraversa il muro più vicino, tramite un foro realizzato appositamente. E’ molto importante isolare adeguatamente il tubo della condensa, per evitare infiltrazioni nel muro. Poiché l’acqua fuoriesce dal tubo ogni volta che il condizionatore è in funzione, bisogna consentire uno scarico adeguato.

E’ sicuramente un errore convogliare la condensa nello scarico fognario, poiché le esalazioni potrebbero introdursi negli ambienti domestici. Piuttosto, gli esperti propongono di raccogliere l’acqua formatasi all’interno di un recipiente, che andrà periodicamente svuotato. Anche la rumorosità dell’unità esterna potrebbe causare problemi, soprattutto con il vicinato. A questo proposito, esistono particolari supporti anti-vibrazione che attutiscono il rumore. Evitare di chiudere completamente l’unità per non compromettere il funzionamento del condizionatore.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati