Lifestyle

Come pulire al meglio il parquet senza rovinarlo

È fondamentale conoscere come pulire il parquet e quali materiali utilizzare per manterene inalterati nel lungo tempo la bellezza e il calore del legno

Fonte: flickr

È importante sapere esattamente come pulire il parquet perché tale tipologia di pavimentazione è sì estremamente bella, ma allo stesso tempo potrebbe risultare molto delicata.
Il legno infatti, è definito come un materiale vivo, che cambia e si adatta continuamente nel corso degli anni; per trattare adeguatamente questo materiale è importante conoscere quali strumenti adoperare.

Chiedendosi come pulire il parquet, bisogna sapere che il legno è un materiale delicato, che va nutrito e curato settimanalmente, a partire dalla tipologia di aspirapolvere scelta. Spesso infatti, elettrodomestici economici o vecchi potrebbero graffiare la superficie danneggiando così il parquet.

Come abbiamo detto il legno è un materiale particolarmente delicato, quindi sono assolutamente vietate azioni detergenti che implichino strumenti quali l’ idropulitrice o detergenti aggressivi come l’aceto, il limone o l’acqua bollente.
Come pulire il parquet significa anche scegliere gli strumenti giusti.

Per dare nuova vita al parquet non servono prodotti particolari: gli unici strumenti indispensabili sono acqua, due panni morbidi in cotone, un panno di lana e della buona cera liquida per legno. A questi, si può aggiungere una cera nutriente specifica per la cura e la pulizia del parquet. Si consiglia l’acquisto di una cera liquida, al fine di facilitare l’operazione di stesura.

Come prima cosa è necessario aspirare il pavimento per rimuovere polvere e residui che potrebbero graffiare il parquet durante la detersione. Ora è il momento di passare alla pulizia vera e propria: si consiglia quindi di mettere poca acqua in una bacinella ed eventualmente, qualche goccia di detergente per pavimenti delicato.

Al posto del solito spazzolone si consiglia di utilizzare un panno morbido in cotone il quale andrà immerso nella soluzione e passato sul pavimento.
La cosa più importante da tener presente è che il pavimento in legno teme l’acqua e quindi il panno deve essere sempre ben strizzato.

Quando avremo finito di passare il parquet con il panno umido, sarebbe meglio passare velocemente un secondo panno di cotone per rimuovere eventuali eccessi di acqua. Da ultimo, almeno un paio di volte all’anno, si consiglia di passare della cera nutriente con un panno in lana morbida al fine di mantenere inalterata la bellezza del legno.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati